Archivi tag: umorismo

Eh no, mi spiace, sono senza spiccioli

Tra le varie mail che mi arrivano a volte qualche incauto mi chiede se perpiacere posso scrivere qualche pezzo da pubblicare sul suo sito. E fin qui non ci sarebbe niente di male, ma mi pare scontato che solo ed esclusivamente se apprezzo il tuo blog posso ritenermi incline ad accettare la tua offerta.

Se invece non ti conosco e non conosco il tuo sito e ovviamente non ne ricavo un cazzo, mi spieghi perchè diavolo dovrei perdere tempo prezioso a scrivere qualcosa di valido che tu userai per un tuo profitto?

Ah, ho capito: sei un ingenuo imbecille.

Da: Andrea S******

Ciao, complimenti per il blog, molto personale e davvero spassoso!

Se penso che ha scritto la stessa cosa ad un altro centinaio di blogger mi si contrae il buco del culo per la rabbia. La rabbia di sapere che la maggior parte di loro sono rimasti lusingati da questi complimenti del cazzo.

Io mi chiamo Andrea, sono uno dei gestori del sito Melemarce.com che fino al 2006 era uno dei siti umoristici più visitati d’Italia, decine di autori emergenti settimanalmente pubblicavano propri pezzi inediti, che insieme a rubriche originali di ogni genere ci permisero di essere contattati e recensiti da radio e tv. Ora, dopo anni di standby Melemarce ha riaperto, puoi dargli un’occhiata qui: www.melemarce.com.

A quanto pare io ho vissuto su Marte fino al 2006, dal momento che non avevo mai sentito parlare prima di Melemarce. Incredibile che io non conoscessi il sito umoristico più visitato d’Italia recensito da radio e tv e zeppo di rubriche originali.

Ancora non è completo in tutti i suoi contenuti ma contiamo entro settembre di renderlo di nuovo un punto di riferimento del web.

In bocca al lupo.

In questo esatto momento il nostro staff sta navigando in internet alla ricerca di validi autori da poter accogliere nella nostra grande famiglia.

“Accogliere nella nostra grande famiglia”? Ma cosa cazzo siete, la Chiesa Cattolica?

E quindi arrivo al dunque sperando di non averti già stressato: leggendo i tuoi post mi sono reso conto che avresti tutte le caratteristiche per poter collaborare con noi, cosa che non significa avere impegni ricorrenti o dover per forza pubblicare qualcosa a comando, ma rendersi disponibile a inserire contenuti inediti in maniera totalmente libera e non vincolante (…).

OH MIO DIO! IO??? PARLI DI ME??? IO AVREI TUTTE LE CARATTERISTICHE NECESSARIE?! PROPRIO IO!!!? E’ LA COSA PIU’ EMOZIONANTE CHE MI SIA MAI CAPITATA DA QUANDO LA MAESTRA IN SECONDA ELEMENTARE MI HA DETTO CHE HO UNA BELLA CALLIGRAFIA!!! UUUOOO!!!

Per essere subito chiaro ci tengo a sottolineare che in questo momento l’unico ritorno che ne avresti sarebbe di visibilità, e naturalmente di pubblicità gratuita al tuo blog con tua scheda personale e backlink mirato.

A dire la verità ho sempre sognato di avere una mia scheda personale e un backlink mirato sul sito di qualche altro coglione.

Pubblicità GRATUITA! Baclink MIRATI! Scheda PERSONALE! Questo tizio deve aver preso una laurea breve in Marketing se sa utilizzare così bene certi sofisticati trucchetti pubblicitari che dovrebbero sedurmi e convincermi ad accettare la sua proposta! (e nel contempo vendere la mia dignità a una puttana marocchina sifilitica) Mio dio, ho a che fare con un cazzo di genio!

A questo punto sarei tentato di accettare, ma non mi sembra di aver letto da nessuna parte la seguente frase: “inoltre riceverai cento euro per ogni articolo che ci proporrai”. Peccato.

Melemarce nasce come unica proposta impegnata in Italia di umorismo creativo originale, parteciparvi è una scelta goliardica e magari il presupposto per un ottimo trampolino di lancio (cosa che nel tuo caso so non essere necessaria)  😉

Questa leccata di culo finale è talmente vergognosa che farebbe impallidire persino Emilio Fede.

Ok, detto tutto, non ti faccio perdere altro tempo e rimango speranzoso in attesa di una tua risposta positiva.

Caro Andrea, la mia risposta è ovviamente negativa, ma preferisco esprimerla in un modo più comprensibile per te:

“Pubblicità GRATUITA? Baclink MIRATI? Scheda PERSONALE? Pubblicizzati da RADIO E TELEVISIONE? Sito umoristico tra I PIU’ VISITATI D’ITALIA? Rubriche ORIGINALI di OGNI GENERE? No grazie, ma VAFFANCULO!”

Sanremo odia i gay

Oggi vorrei parlare dell’omosessualità. E non solo perché il novanta per cento dei miei lettori sia gay, no, ne voglio parlare anche perché è un argomento importante, serio, bla, bla, e ancora bla.

In pratica, da un po’ di tempo a questa parte c’è una polemica in corso sul fatto che al prossimo Sanremo il cantante Povia porterà una canzone intitolata Luca era gay.

Già dal titolo si capisce di che cosa parla. E come la pensa Povia sugli omosessuali.

Non l’avete capito? Okay, ve lo spiego: secondo le autorevoli fonti alla cazzo di cane di Repubblica, il testo della canzone si riassume così: Luca aveva una famiglia di merda, la madre era una troia rompicoglioni, il padre era il classico stronzo sempre fuori casa; è così che Luca trova conforto e amore e sesso anale in una figura maschile. Ma l’idillio gay dura poco: per fortuna un bel giorno Luca scopre l’affascinante universo della figa, si sposa, ha figli, e vissero tutti felici e contenti.

Ora, siamo seri, questa canzone non ha la minima speranza di vincere il Festival: qui in Italia i gay fanno ancora schifo a molti, e con molti intendo milioni e milioni di persone.

Sono omofobico?

No, solo realista.

gay-pride-sylvia.jpg
Due gay in incognito.
 

E allora perché Povia ha deciso di portare una canzone simile? Per aver modo di esporre il suo squallido punto di vista sui Will Truman* italiani?

Può darsi.

Perché si era stancato di camminare per strada e sentirsi chiamare “Quello dei bambini che fanno ooh?”

E’ possibile.

Ma ancora più probabile è che abbia pensato bene di sfruttare l’enorme pubblicità che si è procurato per far sì che la gente, beatamente inconsapevole dell’esistenza di eMule, corresse a comprare il suo singolo nel negozio di dischi più vicino.

(Negozi di dischi. Ma esistono ancora?)

Comunque, Povia sarà pure una testa di cazzo, ma bisogna ammettere che ha avuto una bella pensata. Dopo aver cantato quella canzone, farà molti soldi. Riceverà molta attenzione (la sta già ricevendo) dalla stampa e dalla tv. E soddisferà ancora una volta i bisogni del suo pompatissimo ego da macho, compiacendosi nel profondo della sua anima dannata che burlarsi dei gay in diretta nazionale sia stato il punto più alto della sua inutile carriera musicale.

***

* Will Truman è l’omosessuale di Will e Grace. Ora lo sai. Ma non vivrai né meglio, né peggio.

***

La domanda che tutti si pongono

No, non sono gay, e non difendo i gay perché ho amici gay, o perché conosco gay simpatici, o perché sono una persona di ampie vedute. Anzi, l’idea di due uomini che fanno sesso mi disgusta. Ma allo stesso modo di come mi disgusta l’idea di una coppia di vecchi che fanno sesso, se capite cosa intendo.

Ma siccome sono cazzi loro, lo accetto. E non mi stanno sul cazzo né i gay né i vecchi.

(Beh, un po’ sì. Sono quasi tutti rincoglioniti e molti di loro puzzano.)

(Parlavo dei vecchi.)

(Lo so, non c’era bisogno di questo post, ma qualcosa devo pur scrivere.)

 

Tumblr? Brml, frtbs.

Adoro i tumblr. Soprattutto perché ogni tanto mi linkano. Ma solo quando scrivo frasi spiritose e incisive, tipo “Adoro fare l’amore con Manuela Arcuri, anche se quando abbiamo finito lo schermo è tutto appiccicoso.”.

Per chi non lo sapesse, i tumblr sono esattamente come i blog, solo che vengono gestiti da persone prive di capacità artistiche. O da gente pigra, è lo stesso.

In un tumblr ci potete trovare di tutto: immagini simpatiche, frasi ad effetto, barzellette, commenti negativi su berlusconi, foto di tramonti. Il tutto rigorosamente preso in prestito da altri blog o siti internet.

Cosa rende così speciale un tumblr? Semplice: in quale altro posto potete trovare una frase spiritosa di Bucknasty accanto a una foto di gattini che bevono birra? Miracoli del web.

Ora, sia ben chiaro, non vorrei sembrare sarcastico. Come ho già detto, io adoro i tumblr, quindi continuate pure a linkarmi: ho davvero, davvero bisogno di salire nella classifica di Technorati.

Ho pensato di creare anch’io un “mini-tumblr” in questo post. Così, giusto per ridere.

 

“Oggi mi sono pulito con la carta igienica e poi ho fatto colazione”

Chinaski77

Berlusconi è talmente basso che se deve andare affanculo ha bisogno della Carfagna per farsi un pompino contro i magistrati e gli stallieri mafiosi”

Beppe Grillo

“Adoro Chinaski”

Livefast

“Odio le donne, gli uomini, gli animali, la tv, la musica, e internet. Per il resto tutto bene.”

Bucknasty

“La politica è una merda. Per fortuna, altrimenti non avrei un blog.”

Leonardo

“Ho visto una casa e lui ha detto ok e poi tutti siamo andati di là e com’è strana la vita e scrivere senza punteggiatura frasi contorte è così bello che mi ricorda quella volta che sono andato di là e ho visto una casa”

E io che mi pensavo

“Bla bla bla”

Trentamarlboro

“Mi piace la figa, porca puttana, cazzo cazzo, merda!”

Faina Incazzosa

 

 

Carmen Electra6.jpg