Archivi tag: studio

Come decidere di suicidarsi in un quarto d’ora

 

444px-Vagina-anatomy-labelled2.jpg

Su Studio Aperto c’è lo speciale sui saldi, la gente per strada ride e dice che è più conveniente comprare ora, e c’è una giornalista (se vogliamo definirla così) con la faccia come il culo che intervista donne vestite tutte di Louis Vuitton (sposate con uomini d’affari e banchieri, ci scommetto il cazzo, di sicuro quelle troie non stanno assieme a Gianluca L’Operaio, ma questo non si dice) e queste puttane ridono e dicono che il momento migliore va sfruttato in fretta perché la roba bella va venduta velocemente, e il cameraman le inquadra mentre si allontanano per la tipica strada luccicante di Milano, tutte intabarrate nelle loro pellicce piene di foche morte e sventolano borsette colme di vestiti. E poi un’altra intervista ad una mamma di cinquant’anni con un cappellino di Gucci che sfamerebbe il Pakistan e le chiedono “In media quanto ha speso oggi?” e lei ride e guarda suo figlio diciottenne a fianco che ha Dolce e Gabbana tatuati sull’epidermide e allora ridono insieme e alla fine la mamma cinquantenne che non ha mai lavorato un giorno nella sua vita di merda risponde “Abbiamo giù speso mezzo stipendio ha ha ha!” e tutti giù a ridere come se fosse una barzelletta, la mamma che ride e il figlio che non ha mai lavorato un cazzo di giorno anche lui che ride come una scimmia col Rolex, e la giornalista che meriterebbe di dover venderla a uomini obesi sull’autostrada e invece sta in tv perché ha un culo aperto come un tombino e suo zio ha conoscenze, cosa fa? Invece di dire “Troia di merda che butti via i soldi spero che l’azienda di tuo marito vada in bancarotta e tu debba vestirti con i sacchetti di nylon del supermercato”, no, invece di dire così lei ride, ride e per poco non le cade il microfono, cazzo. E in sottofondo mettono una canzonetta natalizia tutta zuccheri e stelline, ed ecco pronto il servizio sui saldi, dai mandalo in studio e via, qui in Italia siamo tutti ricchi e pronti a fare spese folli, questa è l’immagine da far vedere in tv, mentre metà degli italiani vorrebbero piangere quando arriva la bolletta del gas.

E allora lanci via il telecomando e prendi il cellulare e la tua ragazza ti ha scritto un sms, e che c’è scritto? C’è scritto che un suo ex le ha fatto gli auguri di buon anno e che in fondo all’sms ci ha aggiunto uno smile sorridente, un “bacioni”, e persino un “tvb”, incredibile no? Un tvb. Sono due anni che non si parlano (o almeno così speri, e già cominci a metterlo in dubbio) e quello stronzo del suo ex si permette di scrivere tvb alla tua ragazza? E poi lei ti chiede “Cosa devo rispondergli?” e tu pensi “brutta troia dovresti scrivergli: muori stronzo crepa e spero che tua madre puttana abbia il cancro e muoia piangendo”. E alla fine decidi di dirlo alla tua ragazza, ma lei si scandalizza e ti dice che non è educazione e che sei uno stronzo e che lei si vergogna di te. E quindi lei decide di ricambiare gli auguri e tu non puoi fare un cazzo per impedirlo però capisci all’improvviso perché le femmine sono delle merde che non meriterebbero nemmeno di calpestare il terreno dove passiamo noi uomini. Dieci minuti dopo la tua ragazza ti scrive che il suo ex le ha mandato questo sms: “Non pensavo che mi avresti risposto, mi ha fatto molto piacere! Sai.. Volevo dirti che ogni tanto penso ancora ai momenti passati insieme..” e poi lei ti chiede “Cosa gli dico? Sono scandalizzata” e tu pensi che lei dovrebbe essere non solo scandalizzata ma di più, dovrebbe prendere la macchina e correre a casa tua a cento all’ora e gettarsi piangendo ai tuoi piedi e sbattere la testa sul pavimento e invocare il tuo perdono e proclamare il suo amore per te e prendersi a schiaffi per essere stata così stupida irresponsabile avventata isterica da quella donna inferiore che purtroppo è nata. Ma lei non lo fa. E allora le rispondi “Fai quel cazzo che vuoi” perché sei amareggiato e deluso da lei e dalla vita. E lei cosa fa? Invece di capire il tuo stato d’animo e invece di chiederti scusa perché non si è voluta fidare della tua conoscenza del comportamento maschile; lei decide che d’improvviso il tuo atteggiamento arrendevole la infastidisce, lei vorrebbe che tu dimostrassi un po’ più di attaccamento e amore nei suoi confronti e che la difendessi dal “volgare attacco” del suo ex. Allora tu pensi che avevi ragione come sempre e che lei è una testarda stronza che non è in grado di ammettere che il mondo non va sempre come vorrebbe lei; pensi che è una creatura inetta incapace di affrontare le conseguenze dell’essere una stupida femmina in un mondo cattivo che non è fatto di caramelle e borsette come le è stato insegnato fin dalla nascita a forza di giocare con le bambole e comprare stupidi giornalini con le mollette per i capelli in regalo, ma tu che hai i coglioni e grazie a dio sei nato uomo (lode perpetua al signore amen) decidi di tenerti tutto dentro e usando il buonsenso le dici mentendo che è tutta colpa tua e lei è soddisfatta e tu lanci via il cellulare e accendi la televisione.

Su Studio Aperto c’è un servizio su Willy, il gattino orfano con una zampetta sola.