Archivi tag: porco dio

C’era una volta la musica italiana

C’era una volta in cui credevo che la presenza di bestemmie (sul blog, perlomeno) fosse un segno di scarsa intelligenza, in quanto rivelatore di una pericolosa mancanza di rispetto nei confronti delle persone che credono in una religione, più specificatamente nel cristianesimo.

Poi un bel giorno ho realizzato che le bestemmie esistono ed è inutile ignorarle, fingendo che siano una cosa brutta e volgare. Le bestemmie non sono brutte e volgari. Sono solo parole, innocue parole, parole che non uccidono nessuno, sono delle cazzo di sillabe poste una accanto all’altra, che servono a rappresentare in maniera efficace l’attuale stato d’animo di una persona.

Le bestemmie fanno parte della nostra cultura, sono parte integrante della nostra civiltà da centinaia di anni, sono espressioni linguistiche con una propria dignità che tutti usiamo. Ammettiamolo. Chi non ha mai tirato una bella sfilza di eresie dopo aver sbattuto con la macchina addosso a un palo della luce?

Con questo non voglio incoraggiarne l’uso (dopo il venticinquesimo commento che mi informa che Dio assomiglia a un cane, la cosa inizierebbe a diventare noiosa) quindi, se possibile, evitate di trasformare lo spazio per i commenti in una gara a chi la spara più blasfema.

Ma vaffanculo, fate un pò come vi pare.

Va beh, il punto è questo: la canzone che state per sentire contiene varie bestemmie assortite. A prescindere dalla loro presenza o meno nel testo, io ritengo che questa sia un’opera d’arte che esprime in maniera struggente e appassionata (e senza senza false ipocrisie) la condizione di ogni ragazzo triste e solitario che abbia mai messo piede sulla faccia della Terra.

Insomma, non sentite la sublime nota di malinconia nella voce dell’ignoto cantante?

Non avvertite quella deprimente e nostalgica sensazione che ogni buona canzone triste dovrebbe regalare?

Non vi accorgete della tremenda rabbia repressa che ribolle nelle vene segrete fra le parole?

E poi ci sono le bestemmie, dai. Meglio di così.