Archivi tag: marracash domani abruzzo

Facciamo la collezione di cattive notizie, me ne mancano sette per completare l’album

Ultimamente stanno accadendo una quantità sospetta di tragedie davvero terribili, del tipo il disastro di Viareggio e la morte di tutte quelle povere persone, la scomparsa di Michael Jackson, Kakà che va al Real Madrid, Marracash che canta in “Domani 21 Aprile 2009” per aiutare l’Abruzzo.

 

Ovviamente è alquanto irrispettoso paragonare la tragica scomparsa di decine di vittime bruciate vive alla clamorosa cessione del Milan che così facendo si priva del suo gioiello calcistico più pregiato. Ma ci proverò.

 

Io credo che sia lecito chiedersi: è giusto che un giocatore di calcio venga pagato 63 milioni di euro (63 MILIONI DI EURO) mentre in Italia accadono dei disastri come quello in Abruzzo o di Viareggio, disastri che in alcuni casi riducono sul lastrico moltissime persone innocenti? E ancora: è possibile che l’anno prossimo il Milan non riesca nemmeno a qualificarsi per la Champions League? La risposta che mi sento di dare a entrambe le domande è la seguente: Michael Jackson è all’inferno e sta inculando tutti i bambini non battezzati che trova.

 

Michael: Ciao bambino.

Bambino: Ehm… Ciao.

Michael: Ti va di venire con me a bere un po’ di buon latte caldo e mangiucchiare qualche bel biscottino?

Bambino: Ehm.. Veramente non posso, guardi, sono già in ritardo, devo rientrare nel Limbo prima che mi chiudano il portone, insomma, magari un’altra volta…

Michael: Oh, diavolo, che peccato. Se fossi venuto con me avrei potuto insegnarti… (Michael esegue un perfetto Moonwalk) a fare questo!!!

Bambino: Nooo! Uaooo! Come cavolo ci riesci?!

Michael: Vieni con me, su, da questa parte. Conosco un bel posticino tranquillo per esercitarsi…

 

I due si allontanano mano nella mano lungo la strada. Le loro figure si stagliano per un attimo nella calda luce del sole infernale, dopodiché scompaiono dietro l’angolo. Lo scenario rimane deserto per qualche secondo, e in sottofondo riusciamo a sentire debolmente le note di Thriller di M.J.

Dissolvenza, titoli di coda.

 

Per concludere ricordo che è uscito da poco al cinema Transformers 2, il film sui robottoni giganti che si fanno la guerra, più che degno di finire nella sezione “film estremamente costosi da dimenticare al più presto se non si pregiassero della partecipazione della figa hollywoodiana in voga al momento”.

megan_fox.jpg

 

Un’ottima occasione per guardare Megan Fox che corre qua e là per lo schermo urlando “Attento, stai giù! Sta per sparare un missile laser fotonico!” e “Aiutami ti prego, sono lo stereotipo della ragazza bellissima e debole che si innamora di uno sfigato e rimane coinvolta in una serie di avventure mirabolanti e pericolose alla fine delle quali nessuno muore e il mondo si salva ancora una volta!”, mentre Shia LaBeouf la stringe forte a sé e le intima di stare calma perché ha tutto sotto controllo e ha fiducia in quei giganteschi ammassi di metallo semoventi che stanno disintegrando mezza città attorno a loro.

Megan_Fox_Transformers_2_premiere_in_Tokyo.jpg

 

megan.jpeg