Archivi tag: faina

Non fatemi piangere, cattivoni :-(

Caro Lettore Scontento,

sei giunto su questo blog non si sa tramite quale assurda ricerca o combinazione di link. Magari stavi semplicemente tentando di trovare le qualità della faina di montagna per una ricerca scolastica (e, in tal caso, meglio per te se molli gli studi e vai a lavorare), o magari cercavi qualche foto di Belen Rodriguez col culo di fuori (ammettilo, anche tu ti masturbi, non devi vergognarti), oppure più semplicemente sei uno di quegli squallidi individui privi della benché minima capacità artistica che si ostinano a visitare i blog altrui ribollendo di rabbia perché si rendono conto che nella loro misera vita non riusciranno mai a produrre alcunché di altrettanto valido e perciò si permettono di rompere i coglioni un po’ qua e un po’ là nella vana speranza di raccogliere consensi da altri squallidi individui e di sentirsi un po’ meno soli, la notte, quando saranno nel loro lettuccio a ripensare alla giornata appena trascorsa.

Caro Lettore Scontento,

non mi interessa il tuo parere. Non mi interessa nemmeno se hai il blog più seguito del web, non me ne frega un cazzo se hai la tua pagina personale su Wikipedia, me ne sbatto se su Technorati hai un’authority di 682, o se ricevi un centinaio di commenti a post. Puoi pure essere il blogger più famoso sulla faccia della terra, ma stai certo che se la tua SANTISSIMA opinione fosse carta da cesso la userei per pulirmi il culo per tutta la vita.

Caro Lettore Scontento,

non ti piace quello che scrivo? Ti ritieni offeso dalle mie parole? Non condividi le mie opinioni? Non c’è problema, Internet E’ GRANDE e piena di ALTRI siti (semplice concetto che molti rosiconi tendono a dimenticare, forse per via della ridotta capacità cerebrale), per cui ti invito caldamente a cliccare sull’immagine della casetta che vedi lì in alto a sinistra, tornare su Google, e cercare qualcosa tipo “Faina Incazzosa non mi piace adesso vado a piangere dalla mamma”.

Caro Lettore Scontento,

so cosa stai per scrivere. So che vuoi rispondere in maniera arguta, spiazzandomi e usando tutti gli elementi possibili e immaginabili a tuo favore per mettermi in ridicolo e dimostrare che quello che ho scritto finora è una massa di cazzate. So che andrai a scavare nel passato, che tirerai fuori argomentazioni ponderate e inattaccabili, che mi inviterai ad andare a farmi fottere e che userai OGNI MEZZO a tua disposizione per mettermi in ridicolo. Bene, fai pure: nel frattempo MI FACCIO UN SONNELLINO e vado avanti a vivere la mia vita. E a scopare tua mamma. O sorella, se la mamma ti è morta. O ragazza, se ti è crepata anche la sorella. O il tuo cane, se non hai la ragazza. Se non hai neanche il cane, ucciditi.

Caro Lettore Scontento,

con questo non ti sto chiedendo di non esprimere il tuo commento, anzi, sentiti pure libero di esternare il tuo giudizio quando e come vuoi.

Ma possibilmente sotto forma di carta da cesso.

blog_ferilli08-gossip.jpg
Sabrina Ferilli mostra la sua approvazione per Faina Incazzosa

 

Letterine n.7

email.jpg1. Caro Faina, per Natale la mia fidanzata mi ha regalato uno scopettino per il cesso. Come devo interpretarlo?    (Luca, Napoli)

Caro Luca, lo scopettino per il cesso è un regalo molto popolare tra le popolazioni dell’Indonesia occidentale, quindi, se la tua ragazza ha origini indonesiane, ti consiglio di ringraziarla caldamente. Altrimenti comincia a riflettere seriamente sul fatto che il vostro rapporto sta prendendo una brutta piega.

2. Caro Faina, da qualche giorno cago roba verde. Che significa?    (Andrea, Forlì)

Fai testamento.

3. Caro Faina, sto pensando di aprire un blog. Qualche consiglio?    (Claudia)

Certamente. Ti consiglio di usare la parola “tette”, “figa”, “sesso”, anche a casaccio, l’importante è che ci siano. Inserisci foto di belle gnocche. Prenditela con il governo. Lecca il culo per farti linkare. Ogni mese fai una lista con le tue chiavi di ricerca buffe. Inserisci qualche banner simpatico. Linka solo chi ti linka a sua volta. Sii sempre modesta e ringrazia tutti e dichiara che sono tutti più bravi e competenti di te, anche se non è vero. Adora Chinaski e Livefast, anche quando scrivono cazzate, non importa, ricorda che hanno un Page rank di 5.

 

 

Gli UFO esistono, me l’ha detto un fantasma. Terza Parte

Un rettiloide dal nome impronunciabile non ti ha invitata al ballo scolastico?

Il tuo cane sa volare e non capisci perché?

Il fantasma di tuo nonno ti appare mentre caghi e non sai come farlo scomparire?

Tranquillo, la risposta c’è, e non è necessariamente una lobotomia: basta chiedere aiuto agli evasi da manicomio di www.ilparanormale.com.

alie17.jpg
Un Rettiliano dal nome impronunciabile. Si chiama Gerry.

 

In questa Terza Parte (potete trovare qui la Prima e la Seconda) ho deciso di concludere in bellezza con un piccolo scherzo: mi sono iscritto al Forum sotto falso nome, ovvero Federica I. (Da notare che le iniziali sono F.I., Faina Incazzosa) e ho inventato lì per lì una storia assurda: ho chiesto l’aiuto di qualcuno per poter interpretare un terribile sogno ricorrente in cui cammino per una città deserta e priva di vita ad eccezione di un tenero animale che scorrazza insieme a me: una faina.

Leggete per credere.

     Ciao a tutti, sono nuova di qui… Ormai ho cercato risposte dappertutto ma niente

    mi ha convinto. Chiedo allora aiuto qui, spero che qualcuno possa aiutarmi! Non

    ho mai creduto fino in fondo a queste cose ma ora sono veramente in crisi… quasi

    mi vergogno di quello che sto facendo!

Qui mi sono parato il culo, ho dovuto far finta di non credere a queste cose, per timore che qualcuno si accorgesse subito che li stavo prendendo in giro.
     Ok, allora: da due mesi a questa parte ogni notte faccio un sogno che non ha il

     minimo senso. e lo faccio ogni notte!
     nel sogno mi trovo in una enorme città deserta, una città tipo metropoli (sembra

     Londra ma non so se lo sia!) e nel sogno mi trovo a vagare per le strade della città

     per ore e ore. C’è sempre silenzio, nessun rumore, niente di niente.

Fin qui tutto normale.
    
L’unica altra forma di vita che vedo è un piccolo animale peloso e fulvo, che

     sembra una specie di volpe, e lo vedo correre di qua e di là per le strade che

     percorro anch’io, ogni tanto mi sfreccia vicino, ma non si ferma mai. Ho fatto

     qualche ricerca su Google e ho capito che l’animale è una faina! (animale che tra

     l’altro non ho mai visto dal vivo!)

Colpo di scena. Una faina compare nel sogno. Cosa potrà mai voler dire questo misterioso viaggio onirico ai confini della realtà?

E soprattutto, chi potrebbe mai prendere sul serio una stronzata del genere?
    
Comunque, dopo due mesi di questo sogno ricorrente non riesco a trovare pace!
     Se qualcuno può dirmi qualcosa, o almeno spiegarmi perchè continuo a sognarlo

     ogni notte senza mai smettere! E’ un fenomeno particolare? Se sì, ha un nome

     specifico? E’ un messaggio?
    
Aiuto!
     Federica I.

Bene, adesso non resta che aspettare che qualcuno sveli il mistero. Ecco la prima risposta.

     ti sembrerà stupido, il sogno è colorato o in bianco e nero?

In effetti mi sembra MOLTO stupido, ma ti rispondo lo stesso.

     A colori (pensavo si fosse capito, scusate) perchè, può servire per capire cosa

     significa?

Finalmente arriva una risposta di quelle toste. E indovinate un po’ chi me la fornisce? Eh sì, proprio lui. Il signor “Non sono più un maestro”, una vecchia conoscenza.

Curare i grilli a distanza non ti servirà a un cazzo stavolta, pirla!

     una metropoli deserta…un animale mai visto prima…nessun rumore…domanda: nel

     sogno..sei cosciente di sognare? cioè ti rendi conto che stai sognando oppure vivi

     il sogno in modo passivo? hai mai provato a vedere se hai poteri speciali nel

     sogno? come ad esempio volare..fare dei salti altissimi correre veloce come un

     auto? rispondi a queste domande forse esiste una o piu soluzioni.

In effetti nel sogno un potere speciale ce l’ho: riesco a masturbarmi col pensiero. Dovrei dirglielo?

     guardatevi attorno…risplendete di luce e prendete consapevolezza….la nuova era è

     vicina attendiamola evolvendoci

E chiude con la frasetta tipica. EVOLVIAMOCI CAZZO. Grazie per l’illuminante risposta. Nostradamus è una mezza sega.

Eppure c’è persino qualcuno più pazzo di lui che si azzarda a darmi la sua interpretazione.

     Cara Federica,

     dare un’interpretazione ad un sogno è sempre un’ardua impresa a meno che (cosa

     difficile) non si abbiano doti simili a quelle di Giuseppe che interpretò i tre sogni

     famosi vedi (Genesi 41/10.24)

“un’ardua impresa a meno che (cosa difficile) non si abbiano doti simili a quelle di Giuseppe”. Lo sai perché è così difficile avere le doti di Giuseppe? Perché non è vero un cazzo.

     Innanzi tutto non c’è nulla da vergognarsi e nulla d’aver paura.
    
Molti stanno facendo sogni ricorrenti e particolari perchè il contesto storico è

     particolare.
    
Ora io non sono Giuseppe ma provo a darti la mia interpretazione e mi auguro ti

     sia utile.

I sogni ricorrenti e particolari sono dovuti al contesto storico? Perché?

Ok, scusa. È una domanda stupida. E comunque non mi avresti risposto.

(Per fortuna che non è Giuseppe. Ecco come interpreta la mia CAZZATA SU DI UN SOGNO CON UNA FAINA. Roba da Apocalisse.)

     Il tuo sogno potrebbe essere una visione anticipata della Terra (Gaia) dopo la sua

     trasformazione. Dopo cioè, l’Inversione dei suoi Poli (se non lo sai prendi

     conoscenza).
    
Infatti, dopo la trasformazione, le città saranno deserte ed in esse ci saranno solo

     dei sopravissuti compresi degli animali , come la faina che vedi nel tuo sogno.

Terra (Gaia)? La sua trasformazione? Città deserte? Sopravissuti? E tutto questo per colpa dell’Inversione dei Poli?

Cristo Santissimo! E io che mi preoccupavo di Berlusconi!

     La faina nel tuo caso, sta ad indicare che dovrai farti “furba”, nel senso di

     conoscere il più possibile per la tua sopravvivenza.
    
Questo non necessariamente dopo la trasformazione, ma anche e soprattutto prima

     che essa avvenga.

E se la faina indicasse che vi sto prendendo per il culo? Comunque la storia della “trasformazione” mi spaventa.

Okay, ora occhio al gran finale.

     Quello che intendo dirti è che solo con la conoscenza e con la tua positiva

     decisione non rivivrai affatto il tuo sogno.
    
Infatti arriverà il tempo che tutti dovranno decidere in libero arbitrio se Ascendere

     in 5a Dimensione (se non sai prendi conoscenza, se vuoi leggi il mio post

     Ascensione Omega 2012) o Rimanere qua in 3a Dimensione.

Ragazzi, non vedo l’ora di ASCENDERE!

 

So cosa vi state chiedendo: “Ma Faina non ha proprio un cazzo da fare nella vita?”

No.

Il mastino dei Baskerville abbaia tutta la notte

sherlockholmes.jpg

Sherlock: Presto, Watson, accorra: ho svelato il mistero! Ho trovato la soluzione! Ho risolto l’arcano!

Watson: Eccomi. Che vuoi?

Sherlock: L’assassino ha usato una potentissima arma ad ampio raggio che emetteva lucenti bagliori azzurri, la quale ha spazzato via la vittima, disintegrandola in una miriade di piccoli frammenti.

Watson: Smettila di guardare Dragon Ball.

***

Sherlock: Watson, temo di non riuscire a risolvere questo caso. Forse dovremmo lasciar perdere. Andiamocene da qui e dichiariamo umilmente che questa immane prova era al di sopra delle capacità umane, evidentemente il genio del male che ha architettato questo diabolico omicidio è addirittura superiore a me. A malincuore devo riconoscere che il caso è assolutamente irrisolvibile.

Watson: E’ stato il maggiordomo, Holmes. Le telecamere di sicurezza l’hanno ripreso. Abbiamo visto il video cinque minuti fa. Non ricordi, Holmes?

Sherlock:

Watson:

Sherlock: E’ rimasta un po’ di cocaina?*

***

Watson: Holmes, sono due ore che sei in bagno. Che diavolo stai facendo?

Sherlock: La pista è ancora calda, Watson! L’assassino è stato qui pochi minuti fa!

Watson: Che stai facendo? Dimmelo!

Sherlock: Presto, Watson! La partita è cominciata!

Watson: Holmes, dimmi che fai o butto giù la porta.

Sherlock: Elementare, Watson, elementare!

Watson: Holmes, Cristo Santissimo, dimmi che cazzo stai facendo!

Sherlock: Non noti qualcosa di strano, Watson? L’arma del delitto è in una posizione piuttosto inusuale.

Watson: Odio quando non vuoi ammettere che ti stai facendo una sega.

***

*Questa è per intenditori di Sherlock Holmes.

***

hollyrh4.jpg
Nella foto: i tragici effetti dell’alcool sul fisico femminile.

Intervista a Valeria Marini

ValeriaMarini13.jpg
Nella foto: Valeria Marini impegnata intellettualmente.

Faina: Cara Valeria, grazie per avermi concesso questa intervista.

Valeria: Per te questo e altro, ciccino.

Faina: Non ti azzardare mai più a chiamarmi così.

Valeria: Okay.

Faina: Allora, Valeria, partiamo con una domanda sulla tua vita sentimentale: quali flirt hai? Chi è l’uomo del momento?

Valeria: Un negro grande e grosso che viene dal Congo. Credo che si chiami Jamal. Ce l’ha lungo tanto così. Vedessi che roba. Ma non voglio dire di più.

Faina: Sì, ti prego, fermati. Allora, Valeria, dichiari definitivamente chiusa la storia con Vittorio Cecchi Gori?

Valeria: Sì, ed è stata una separazione difficile. Ormai eravamo come dei passeggeri che prendono due treni con destinazioni diverse. Anime divise. Cuori separati. Gemelli estranei. Vittime di un destino…

Faina: Era in difficoltà economiche, lo sappiamo.

Valeria: Esatto.

Faina: Passiamo alla carriera televisiva. Raccontaci cos’hai in programma per il prossimo futuro. Continuerai a non fare un cazzo?

Valeria: Lo spero. Quest’inverno debutterò nelle sale cinematografiche nel nuovo film di Neri Parenti. Si intitola “Natale in Iraq”.

Faina: Un filmone.

Valeria: Esatto. Io recito nella parte di una prostituta che finisce a letto per sbaglio con Christian De Sica. Questo darà origine a una sfilza di situazioni comiche ed equivoci divertenti.

Faina: Una trama da urlo. Posso solo immaginare quanta fatica abbia dovuto affrontare il povero sceneggiatore.

Valeria: Esatto, ciccino. E poi nel film mostro le tette. Da non perdere.

Faina: Prenotami un biglietto. Ora, passando ad argomenti meno idioti, che ne dici di parlare di ambiente ed ecologia? So che sei molto attiva nella lotta contro l’inquinamento dovuto alle emissioni dei fumi delle fabbriche.

Valeria: E’ verissimo. Nell’ultima campagna pubblicitaria mostro le tette e urlo a tutti quanti di fermare le emissioni inquinanti.

Faina:

Valeria: Mostro le tette. Funziona.

Faina: Per fortuna che ci sei tu che salvi il nostro mondo, Valeria.

Valeria: Grazie tesoro.

Faina: Ero ironico.

Valeria: Iro.. cosa?

Faina: Lasciamo stare. Beh, che dire, cara Valeria? Spero che tu possa tornare presto a farci visita.

Valeria: Contaci, ciccino. Sarà un piacere.

Faina: Anche per me, se sarò già morto.

Valeria: Ha ha ha, sei proprio ironistico!

Le 10 cose da evitare al vostro matrimonio

1. Dire alla vostra neo-moglie che con quel vestito sembra Moby Dick.

2. Dimenticarsi di andare in bagno prima della cerimonia.

3. Provare una morbosa attrazione sessuale per le damigelle.

4. Fare commenti volgari assieme al vostro testimone sul conto della madre della sposa.

5. Bestemmiare a voce alta quando la fede vi pizzica il dito.

6. Dire “Vacci piano altrimenti ingrassi, tesoro” quando vostra moglie addenta la prima fetta di torta nuziale.

7. Fumare uno spinello con il prete fuori dalla chiesa, poco prima della funzione.

8. Tentare di fare una bolla con la particola, come se fosse un chewingum.

9. Spiare da sotto il tavolo le gambe delle invitate durante il pranzo nuziale.

10. Scrivere sms affettuosi alla vostra amante durante la messa.

tila-tequila.jpg

Nella foto: Tila Tequila mentre soffoca i batteri che vivono fra le sue tette.

Letterine n.5

481295702.jpgCaro Faina, sono una ragazza di 16 anni e ho un problema che ormai va avanti da mesi: credo di soffrire di anoressia. Vado spesso in bagno a vomitare dopo mangiato, non ho mai appetito, la vista del cibo mi mette ansia, ogni volta che mangio qualcosa mi sento terribilmente male. Cosa posso fare per risolvere questo problema?    (Erika, Rimini)

Cara Erika, la risposta è semplice: cambia ristorante.

Caro Faina, poteri sapere il tuo parere sulla crisi economica mondiale?    (Gigi, Ischia)

Caro Gigi, il mio parere sulla crisi che sta investendo l’economia mondiale in questi giorni è molto semplice: fintanto che al mondo esisterà una Manuela Arcuri, della crisi non me ne fregherà un cazzo.

Caro Faina, sono sette anni che soffro di emorroidi. Il dottore dice che non c’è alcuna cura. Che mi consigli?    (Lucia, Trapani)

Cara Lucia, io comincerei a pensare seriamente al suicidio.

Caro Faina, da un po’ di tempo a questa parte faccio degli strani sogni in cui mi ritrovo completamente nudo a bordo di una nave piena zeppa di ippopotami rosa. Cosa può voler significare?    (Luca, Venezia)

Caro Luca, può voler dire solo una cosa: tua moglie ti tradisce col postino, e il tuo migliore amico è gay e si masturba pensando a te. Inoltre credo che il colore rosa degli ippopotami possa indicare che hai un cancro mortale, probabilmente al pancreas.

Odio fare la spesa

Faina: Quanto costa?

Cassiera: Dieci euro.

Faina: Come?

Cassiera: Dieci euro.

Faina: Sta scherzando, vero?

Cassiera: Sono dieci euro, ragazzo.

Faina: E’ un pò caro, uh?

Cassiera: Sarà. Dieci euro, grazie.

Faina: Ok. Dieci euro. Certo che i prezzo salgono a vista d’occhio.

Cassiera: Mmm, coi tempi che corrono. Dieci euro.

Faina: Certo, certo. Andiamo di fretta, eh?

Cassiera: Sì, un po’. Allora?

Faina: Un attimo.

Cassiera: C’è gente che aspetta dietro di lei.

Faina: Se mi vuole usare la cortesia di attendere un secondo…

Cassiera: Faccia, faccia. Sono sempre dieci euro.

Faina: Non li trovo. Ero partito con cinque euro.

Cassiera: Mi dispiace.

Faina: Speravo che bastassero.

Cassiera: Capisco. Può levarsi per favore? C’è altra gente che aspetta.

Faina: Ero convinto che fossero sufficienti.

Cassiera: Cose che capitano. Si tolga, prego.

Faina: Sono imbarazzato. Mi perdoni.

Cassiera: Ok. Può spostarsi ora?

Faina: Non avevo idea che il prezzo fosse salito..

Cassiera: Non dipende da me. Ora se ne vuole andare?

Faina: Mi dispiace.

Cassiera: Capisco. Ora può andarsene?

Faina:

Cassiera:

Faina: Sei una troia di merda.

Letterine n.3

481295702.2.jpg1. Caro Faina, i miei genitori litigano tutti i giorni e stanno seriamente pensando di divorziare. E’ colpa mia?    (Elisabetta, Napoli)

Cara Elisabetta, sì.

2. Caro Faina, sto pensando di diventare un comico, il mio sogno è quello di andare in televisione a Zelig, ora ti racconto una barzelletta e poi tu mi dici se secondo te sono tagliato per fare il comico, allora: Cosa fa una gallina in tribunale? Va a deporre! Hahaha, cioè dai è bellissima, allora che ne pensi? Grazie Caro Faina, saluti da Diego.    (Diego, Padova)

Caro Diego, tenendo conto del fatto che i comici di Zelig sono irritanti e incapaci, penso che tu abbia un futuro assicurato in quel programma.

3. Caro Faina, ho 47 anni e mi masturbo ancora tutti i giorni, nonostante il fatto che io sia sposato. Come posso fare per smettere? E’ più forte di me.    (Lino, Milano)

Caro Lino, il tuo è un problema spinoso e delicato. Ci ho riflettuto attentamente e c’è solo una cosa che posso dirti con sicurezza: tua moglie deve essere proprio un cesso.