Archivi tag: donne isteriche

Prendete il ferro da stiro e fate il vostro lavoro senza rompere i coglioni

moe 49652 sample.jpg

Ci sono volte in cui vedo una ragazza ridere come una strafottuta oca del cazzo e allora vorrei ardentemente frantumarle il bicchiere in faccia per sentire l’affascinante rumore musicale che ne uscirebbe al momento dell’incontro tra i suoi bianchi denti perfetti e il pesante vetro bagnato di birra.

 

STRFSCSHRASH!!!

 

Okay, ho mentito. Per essere sinceri, ogni volta che vedo una qualsiasi ragazza fare una qualsiasi cosa vorrei frantumarle un oggetto pesante sui denti.

Non lo so, forse è un problema solo mio. Magari sono malato. E’ che quando vedo una di quelle stupide galline rincoglionite mi sale un odio dal profondo del cuore.

 

Forse è il loro modo irritante di ridere, forse è perché sono solo delle scimmiette deboli e indifese che tentano in maniera patetica di farsi largo nella vita rimanendo sempre all’ombra di un uomo, forse è perché non riescono mai a rendersi conto che non uscirà un principe azzurro da dietro l’angolo, forse è perché devono sempre rompere i coglioni qualsiasi cosa succeda.

 

Le donne sono chiassose, stancanti, logoranti.

Una donna che parla per più di due minuti diventa sempre automaticamente una rottura di coglioni.

Una donna sta sempre a lamentarsi, sembra che lo scopo della vita di una donna sia quello di emettere giudizi del cazzo talmente ridicoli che persino un mongoloide ne riderebbe.

 

Eppure le donne non se ne rendono conto e insistono a rendersi ridicole ogni giorno della loro vita, spettegolando e sputtanando e facendo sapere a tutti ciò che passa per le loro limitate testoline di cazzo, convinte in cuor loro che al mondo gliene freghi qualcosa di quello che pensano.

 

HO UNA BRUTTA NOTIZIA PER VOI RAGAZZE, NOI UOMINI CE NE SBATTIAMO IL CAZZO DI COSA PENSATE, MA SEI DAVVERO COSI’ STUPIDA DA NON RENDERTI CONTO CHE QUANDO MI VEDI ANNUIRE E DARTI RAGIONE LO FACCIO SOLO PERCHE’ HAI UNA PASSERA IN MEZZO ALLE GAMBE E STO FINGENDO SPUDORATAMENTE CHE IL TUO CERVELLO MI INTERESSI ANCHE SOLO LA META’ DI QUANTO NON MI INTERESSI INFILARTI DUE DITA IN FIGA?

 

Una donna che ti parla delle sue speranze e dei suoi sogni non si rende mai conto di fare una figura di merda: quando mettono a nudo il loro cuore e ti rivelano i loro più intimi e ardenti segreti e aspirazioni assomigliano sempre a degli alieni appena sbarcati sul pianeta che non si rendono conto che i contadini coi forconi e le torce sono lì per spellarli vivi e non per dar loro il benvenuto.

 

A volte mi verrebbe voglia di interromperle a metà del discorso, afferrarle per le spalle, iniziare a scrollarle e urlare qualcosa del tipo “svegliati cazzo svegliati smettila di dire puttanate tutto questo non succederà mai svegliati è affronta la realtà svegliati smettila di crogiolarti nel tuo fantasioso mondo femminile del cazzo svegliati torna sul pianeta terra svegliati e cerca di mantenere un minimo di dignità sempre ammesso che tu l’abbia mai avuta svegliati cazzo non ce la farai mai a realizzare tutti questi tuoi assurdi sogni del cazzo svegliati brutta stronza svegliati e smettila di scassare i coglioni all’umanità con le tue patetiche illusioni da stupida femmina!”, magari accompagnando ogni sillaba con una sberla sul muso.

 

orihime-chan-de-go-bleach-hentai-doujin-comics-english-urc.jpg

 

Le donne vivono le loro vite del cazzo circondandosi di stronzate come rossetti e borsette e Hello Kitty e Dawson’s Creek e scarpe col tacco e sedute in palestra per tonificare il culo e gite romantiche coi ragazzi e cioccolatini e gattini teneri con gli occhi verdi e smalto per le unghie di colori del cazzo che fanno vomitare a una sola occhiata e libri di Paulo Coelho e braccialetti rosa e Riccardo Scamarcio e pettegolezzi e Tiziano Ferro e telefonate alle amiche che durano ore.

 

Si riempiono la vita con questo mucchio di emerite stronzate insulse con l’unico scopo di tenersi sempre occupate, così che non abbiano mai un momento libero per fermarsi e riflettere.

 

Per riflettere su cosa?

 

Sul fatto che la loro esistenza è giustificata unicamente dal fatto che a noi uomini serve qualcuno con cui scopare e abbiamo bisogno di un contenitore che faccia crescere i nostri figli che un giorno saranno abbastanza grandi per scopare e far crescere altrettanti figli e così via all’infinito.

 

Oh sì, cazzo. Le donne servono solo a quello. L’unico problema è che le donne parlano, si muovono, fanno cose, respirano, pensano, in una parola: rompono i coglioni.

 

Non sarebbe tutto molto, molto più semplice se le donne fossero delle bambole senza vita, da tenere chiuse in una scatola tutto il giorno, e da tirar fuori e usare solo quando si ha voglia di metterlo in un buco caldo?

 

Perché il buon Dio non ci ha pensato?

 

Se gli alberi fossero in grado di incubare il mio sperma e di farlo maturare per nove mesi e poi sputarlo fuori sotto forma di un essere umano nuovo di zecca e di crescerlo e accudirlo fino a che non riesca a sostenersi da solo, beh, in questo momento starei infilando l’uccello in tutti gli abeti del mio giardino.

 

Ma purtroppo non è così: e allora mi tocca farmi il culo per venire incontro agli stupidi gusti di una femmina, parlare con lei di puttanate, fingere di ascoltarla, comprarle stronzate, portarla fuori, prometterle un amore eterno, infilarle un anello al dito e scoparla senza preservativo per ottenere una discendenza. E tutto ciò è molto, molto faticoso.

 

Okay, ma gli uomini scopano con le donne non esclusivamente per avere figli, anzi:  lo fanno soprattutto perché infilare il pisello in quel buco caldo è una sensazione degna di nota!

 

Senza dubbio, senza dubbio. Ma io mi chiedo: è giusto che per ottenere la piacevolissima possibilità di sbattere il cazzo dentro a una figa un uomo sia costretto a sopportare così tanto???

Perché l’unica cosa in grado di farmelo venire duro deve appartenere a un essere così nevrotico, palloso, debole, stressante e irritante?

 

Cazzo, la vita non è affatto giusta!

 

Dio non poteva far sì che gli uomini fossero attratti sessualmente dalle capre? Voglio dire, le capre non tornano a casa urlando che vi siete dimenticati il loro compleanno, le capre non ti propongono di andare a fare una gita in montagna la domenica pomeriggio quando l’unica cosa che vorresti fare è rimanertene a casa sul divano a guardare la tele, le capre non si offendono per ogni minima stronzata, le capre non ti fanno la predica se fumi troppo, le capre non sono isteriche, e quando ridono non producono il rumore di unghie affilate che grattano una lavagna. Anzi, meglio ancora: le capre non ridono!

 

Vorrei tanto scopare una capra.

O spaccare un bicchiere in faccia a una ragazza.

 

hentai-bondage-rape-pictures.jpg
Sono sicuro che questa immagine, inserita nel suo contesto,
era perfettamente plausibile
e assolutamente non di cattivo gusto come può sembrare ora.