Archivi tag: alba

Prima dell’Alba Chiara

ladro.JPG
 
Dedicata a tutti i ladri di merda che passano per casa mia.
 
(Da cantare sulla note di “Alba chiara” di Vasco Rossi.)

 

Respiri piano per non far rumore

tu lavori di sera, vai a letto col sole.

Sei un ladro di merda, entri dalla finestra.

Diventi rosso se qualcuno ti accusa

e sei fantastico quando sei assorto

nel miei denari

nei miei gioielli.

Ti vesti tutto di nero

e non metti mai niente

che possa attirare attenzione,

in particolare,

per non farti beccare.

E con la faccia di bronzo

cammini per strada

con il mio orologio

e il mio completo viola.

Ti piace rubare,

te ne dovresti vergognare.

E quando guardi con quegli occhi grandi

la mia auto comprata ieri, ieri

capisco quello che pensi

quello che sogni.

E qualche volta mi rubi gli asciugamani

con una mano, una mano, li sfiori

tu solo dentro la mia casa

e io a cena fuori.

 

Foto del bacio lesbico tra Jessica Alba e Angelina Jolie

Mi dispiace, vi ho ingannato. Il titolo così eclatante serve solo ad attirare visitatori sul blog e farmi guadagnare voti su OkNotizie. Haha, illusi.

Per sdebitarmi, vi mostro un paio di tette. Ecco qua.

1881035889.jpg

Soddisfatti? Bene. Ora possiamo cominciare col post. Che parlerà di:

(rullo di tamburi)

Gesù.

(mormorio di delusione in sala)

Ehi, ehi, non fate quelle facce. Chi vi aspettavate, Jessica Alba?

Ok, ok. Parliamo sia di Gesù che di Jessica Alba.

DIALOGO TRA GESU’ E JESSICA ALBA.

G: Salve, donna. Sia lode a Dio.

J: Ciao bello. Che barba sexy che hai. Adoro i tizi con la barba.

G: Non tentarmi con i tuoi complimenti pieni di menzogne, Satana.

J: Stai calmo, amico. Non ti agitare. Non sei abituato a trattare con le donne, eh?

G: Le donne sono una tentazione, ma io non mi abbandonerò ai piaceri della carne, perché così ha ordinato Nostro Signore.

J: Ehi, sei un duro. Vuoi dire che rifiuteresti una come me?

G: In verità ti dico: sei una bella figliola, ma le lusinghe della fornicazione verranno annientate dalla forza dello Spirito che arde dentro di me.

J: E se ti mostro le tette? Oplà. Visto? Ti sono piaciute?

G: Oh Signore, allontana da me questo calice di dolore se puoi.

J: Le vuoi rivedere? Le vuoi toccare? Basta che tu dica semplicemente di sì.

G: Mio Dio, Mio Dio, perché mi hai abbandonato?

J: Una semplice parolina, un semplice sì. E poi te le farò toccare quanto vuoi.

G: Sei forse la Meretrice di Babilonia? Copri le tue nudità, affinché la collera di Dio Nostro Signore non ricada su di te con la forza della folgore che si abbatte sull’albero!

J: Lo prendo come un sì. Ok, eccole qua. Sono tutte tue, serviti pure.

G: Mio Dio, fermami se puoi! Satana si è impossessato del mio corpo e sta controllando il movimento delle mie mani, conducendole sulla via del peccato che porta alla dannazione!

J: Amico, calmati. Si chiama pisello, non Satana. E non sei l’unico che ha percorso questa via del peccato, come la chiami tu.

G: Diavolo, esci da questo corpo!

J: Eh… vedo che qualcosina è uscito dal corpo. Ma io non lo chiamerei diavolo.

G: Alzati e cammina!

J: Per alzarsi si alza, ma uno che cammina non l’ho mai visto.

G: Mi stai facendo commettere atti impuri, maledetta meretrice! Possa la tua anima venire gettata tra fiamme dell’inferno, dove ci sarà pianto e stridor di denti!

J: Se vuoi mi tiro giù i pantaloncini…

G: Fanculo, tra due giorni devo morire sulla croce. Divertiamoci almeno un po’ prima che sia finita.

J: Sia fatta la tua volontà.

840937285.jpg

 

RINGRAZIAMENTI SPECIALI E VOTAZIONI:

– La Chiesa Cattolica, che di sicuro non se la prenderà con me, perché il loro compito è quello di perdonare i peccatori come me. Giusto? VOTO: 7

Gesù e Dio, che sanno che lo faccio per scherzare, e che quindi non si incazzano mai. VOTO: Non Classificabile. (Gli alunni sono assenti, a causa della loro non-esistenza)

Jessica Alba, che è una delle poche cose al mondo che mi faccia pensare che la vita, in fondo, non è da buttar via. VOTO: 10

Faina, perché sono il migliore, e basta. VOTO: 10 E LODE.

– Tutti i lettori di Fainaincazzosa che non sono andati in ferie e che quindi continuano a commentare il mio blog. Vi voglio bene, ragazzi. VOTO: 8+

– Tutti i lettori di Fainaincazzosa che sono andati in ferie a divertirsi e non hanno più potuto seguire il mio blog né commentare i mie post: spero che abbia piovuto tutta la settimana, che vi abbiano smarrito le borse, che un marocchino vi abbia inculato il portafogli, e che un maremoto abbia distrutto la località balneare in cui avete scelto di trascorrere le vacanze. E se siete in montagna, spero che sia stata una valanga. VOTO: 3

MOTIVI PER CUI UNA PERSONA TIENE UN BLOG, CAZZO

Ieri sera sono andato alla festa della birra, in un paesino vicino a dove abito io. Tra urla, imprecazioni, birre da mezzo gelate e apprezzamenti poco eleganti sul conto delle ragazze che passavano, ho avuto il tempo di notare una cosa che mi ha sconvolto: ogni tanto pensavo al blog. Possa Dio aver pietà di me.

Voglio dire, stavo passando una serata piacevolissima, ricca di sollazzi e goliardie. E poi c’era la birra, cristo. Eppure, a tratti, andavo con la mente a questo blog. Pensavo a cosa avrei potuto scrivere, ai commenti che avrei ricevuto, alla gente che magari mi stava leggendo. E ora che sono qui a scrivere questo ridicolo post, mi viene da pensare: ma anche gli altri blogger sono ossessionati e/o attratti dalle potenzialità del blog?

Beh, insomma, tutta questa bella apertura ad effetto  serviva per un solo motivo: inaugurare ufficialmente la classifica dei “motivi per cui una persona tiene un blog, cazzo.”

“MOTIVI PER CUI UNA PERSONA TIENE UN BLOG, CAZZO”

– I tuoi amici ce l’hanno e ne vanno matti, e vuoi provare anche tu. Per questo vai su Splinder, sprechi un’ora del tuo tempo per capire come registrarti, poi scrivi una stronzata in cinque minuti del tipo “Ciao fighe sono anch’io un blogger adesso lasciate il vostro numero viva la figa”. Naturalmente, il giorno dopo ti dimentichi del blog. Per sempre. E’ ancora lì, disperso nel web, da qualche parte. Nessuna figa ti ha lasciato il numero.

Motivazione: Semplice voglia di provare.

– Leggi ogni giorno il blog di Luttazzi e Beppe Grillo e alla fine decidi che cazzo, anche tu puoi combattere il sistema corrotto di merda facendo della libera informazione e prendendo per il culo i potenti. Dopo un cero tempo scopri con un certo sconcerto che esistono ottanta milioni di blog satirici (è triste ammetterlo) simili al tuo, e pensi: ma se siamo così in tanti con i coglioni girati, com’è possibile che Silvio sia di nuovo al governo?

Motivazione: Il mondo è matto, l’Italia è un circo, e tu ti senti in dovere di affermare che riesci a riderci sopra e incazzarti nello stesso tempo.

– Sei una femmina e/o una mezza checca, per cui provi l’irresistibile bisogno di sfogarti scrivendo tutto quello che a parole non puoi dire ( semplicemente perché non c’è nessuno nella stanza con te che potrebbe ascoltarti). Oggi ti sei lavata i denti con lo spazzolino nuovo? Lo scrivi. Hai fatto la doccia e hai scoperto che avevi un preservativo usato in mezzo alle tette? Lo scrivi. Ti si è rotta un’unghia? Lo scrivi. In tre post diversi.

Motivazione: il tuo vuoto interiore tipicamente femminile trova uno sfogo nel blog. Raccontare i tuoi problemi al mondo appaga il tuo spirito nevrotico tipico del tuo sesso debole. Tesoro, prova a scopare un po’ di più magari.

– Sei un idiota volgare convinto di avere un talento superiore nello scrivere cose divertenti e interessanti. Purtroppo, la pigrizia non ti permette di usare al meglio le tue capacità. (Scusa ufficiale da usare nei casi di emergenza.)

Motivazione: Sei Faina. O un idiota con un blog.

– Ti piace il giardinaggio, o i film, o la pesca con il verme, o la tosatura del pelo dei cani, o la caccia alla martora. Insomma, hai un hobby particolare, assurdo, dispendioso e che non ti farà certo sembrare migliore agli occhi della gente che conosci. Quindi apri un blog, sperando che in Italia ci sia qualcuno interessato come te alle cagate che ti piacciono.

Motivazione: Hai un hobby e ne vuoi parlare con qualcuno che ti capisca. E che non faccia sempre battutine ironiche quando gli parli della tua amatissima collezione di francobolli rappresentante tutti i re di Francia con il pene fuori.

– Sei un mago dei computer (nel senso che sai fare Ctrl+Alt+Canc e sei convinto di essere l’unico a saperlo) e anche un convinto sostenitore di eMule e dei programmi freeware. Nel tuo blog aggiungi continuamente nuovi consigli su come modificare il tema di Windows, link per scaricare programmi gratis assolutamente inutili e pieni di virus, e consigli su quanto è forte Linux, che ci si può fare di tutto, non come quella merda di Windows che si impalla sempre e che è programmato male  (anche se tu, Linux, non l’hai mai usato in vita tua.)

Motivazione: Ti piace che il tuo computer sia velocissimo, potentissimo, pieno di programmi meravigliosi che facciano di tutto. E ti piace vantartene con gli altri, definendoti un hacker. Poi, con il tuo supercomputer, passi le giornate a giocare al Solitario.

– Da quando la tua voce è cambiata e il pelo intorno al tuo pene ha iniziato a crescere rigoglioso e ribelle, hai scoperto di essere diventato un uomo a tutti gli effetti, nel senso che hai un certo interesse per la figa. (è la prima volta che scrivo figa oggi?) Per cui hai aperto un blog in cui posti immagini di Alessia Marcuzzi quando non è impegnata a condurre il Grande Fratello, e inizi a scambiare commenti rozzi sulle proporzioni del seno della famosa conduttrice, storie di sesso palesemente false, e fantasie erotiche al limite del satanismo con altrettanti ragazzi vogliosi di figa come te. Che sono arrivati sul tuo blog cercando “Tette maiala succhia cazzi penetrazione gangbang”.

Motivazione: Ti piace la figa. Ehi, amico, un blog non è esattamente il metodo migliore per ottenerla.

1c9dc4760cf9dd5eeddb6a0aae338084.jpg