Archivi tag: abele

Caino è stato incastrato

Caino: Ehi Abele, fratello mio, vieni un po’ qua.

Abele: Eccomi, fratello. Che c’è?

Caino: Dimmi un po’ che ti ha detto il Signore l’altro ieri.

Abele: Mi ha detto che sono il suo favorito e che spetterà a me guidare il suo popolo sulla terra.

Caino: E di me, che ha detto?

Abele: Che sarai l’aiuto più prezioso che potrò mai trovare lungo la strada che mi porterà a guidare il popolo del Signore.

Caino: Solo un aiuto, eh? Niente di più?

Abele: L’invidia ti porterà al peccato, fratello. Il tuo ruolo non è meno importante del mio.

Caino: Ah sì? Allora perché non chiedi al Signore se possiamo scambiarceli?

Abele: Non oserei mai contraddire la volontà del Signore.

Caino: Mi hai deluso, fratello. Mi aspettavo che saresti stato onesto con me.

Abele: Di cosa stai parlando, fratello mio? Non capisco.

Caino: Te lo leggo negli occhi che ti stai godendo il tuo successo. Essere il favorito ti piace, eh?

Abele: Fratello, non dire così.

Caino: E quel sorrisetto del cazzo che hai stampato in faccia?

Abele: Stai vaneggiando. Il mio cuore sanguina al pensiero che tu possa essere invidioso del tuo stesso fratello.

Caino: Il tuo cuore sanguinerà ben presto in un modo che non ti immagini neanche.

Abele: Fratello, ma che… Fratello, fermati. Posa quella pietra.

Caino: Perché non ti fai aiutare dal Signore?

Abele: Io.. Io non.. che vuoi fare?

Caino: Voglio offrire un sacrificio al Signore! Grande è la sua potenza sui cieli e sulla terra!

Abele: Fratello, fermati, per l’amor di Dio…

Caino: Dio! Dio! Dio! E basta con questo Dio! Basta con queste regole del cazzo, con queste promesse mai mantenute! Basta con il rispetto e con i ringraziamenti! Basta!

Abele: Fratello fermati ti prego non fare…

Caino: Ehi, Dio! Mi senti!? Se ci sei vieni qui un attimo! Impediscimi di fare a pezzi il mio fratellino!

Abele: Smettila di comportarti da stupido! Se non riesci ad aprire gli occhi ed accorgerti di tutta la bontà e lo splendore che il Signore ci ha donato allora significa che non sei degno di aiutarmi nel cammino che il Signore mi ha assegnato!

Caino: Non sono degno?

Abele: Dov’eri tu quando il Signore ha parlato e ha dettato il suo volere?

Caino: Non ricordo. Probabilmente ero impegnato a cacciare per procurarci il cibo, mentre tu te ne stavi seduto sulla collina a chiacchierare con Lui. E il tu Dio dov’è ora?

Abele: Dio è sempre con me.

Caino: Vediamo se è davvero tuo amico come credi.

Abele: Posa quella pietra, posa quella…

*** 

Caino: Ecco fatto, Signore! Il sacrificio! Per te! Il tuo figlio prediletto è morto! Cosa vuoi che faccia ora? Chiedi e noi eseguiremo i tuoi ordini, padrone! Comandaci a bacchetta! Decidi per noi, decidi della nostra vita, non lasciarci alcuna possibilità di errore!

Dio: TACI, CAINO. CHE TU SIA MALEDETTO. APPORRO’ IL SIGILLO DELL’OMICIDIO SUL TUO VOLTO. VERRAI ALLONTANATO DA TUTTI, VIVRAI DA REIETTO, E NON VI SARA’ NESSUNA PIETA’ PER TE, NE’ IN QUESTA VITA, NE’ IN QUELLA DOPO LA MORTE.

Caino: Avresti dovuto parlare anche con me del tuo piano! Avresti dovuto darmi più attenzione, invece di stare sempre con Abele! Cos’aveva lui più di me? Cosa? Perché era così speciale?

 ***

Adamo: Caino, figlio mio. Dov’eri finito?

Eva: Eravamo in pensiero! Manchi da casa da più di due ore!

Caino: Ero fuori. A cacciare.

Adamo: E Abele? Dov’è Abele?

Eva: Eri con tuo fratello? Dov’è ora? Perché non è rientrato con te?

Adamo: Cos’è quell’espressione, figlio mio? E’ successo qualcosa ad Abele? Rispondi, Caino!

Eva: Dov’è Abele! Dov’è mio figlio!

Caino: Vieni con me, padre. Devo mostrarti una cosa…

Adamo: Di che si tratta? Riguarda Abele? Caino! Rispondimi! E perché impugni quel bastone, Caino? Cos’è successo? Posa quel bastone, figliolo.

Caino: Tra un momento…

 

 

caino.JPG