Archivi autore: eric-devor

Quando dico che mi piace, intendo dire che mi fa cagare nel 99% dei casi. Ma non ti preoccupare, tu rientri di sicuro nel restante 1%

Cosa c’è di peggio al mondo di qualcuno che viene a chiederti un parere su qualcosa a cui tiene molto, aspettandosi che tu concordi con lui, anche se in realtà tu pensi che sia una merda?

Riformulo la domanda in versione semplificata: cosa c’è di peggio di un blogger che viene a chiederti cosa ne pensi del suo blog?

 

Oh, sì, parlo per esperienza personale. A quanto pare qualche tempo fa ho inconsapevolmente varcato quella linea che divide la terra degli “Aspiranti Blogger Sconosciuti” per entrare nel magico mondo dei “Blogger Conosciuti Da Un Po’ Di Gente”.

 

Quali vantaggi mi ha portato tutto ciò?

 

Eccone due: Ho molti più commenti idioti a cui non dare alcuna importanza, e c’è un numero significativo di poveri stronzi che mi intasano la casella di posta chiedendomi consigli e/o pareri personali sui loro blog.

 

Un affare, no?

 

Per quanto mi faccia male ammetterlo, anch’io ero uno di loro.

Scopiazzavo qua e là, non avevo uno stile personale, scrivevo solo quello che la gente voleva sentirsi dire. Insomma, ero Fabio Volo.

(Ha ha, grazie per la risata.)

E, cosa peggiore di tutte, mandavo mail ai blogger che ritenevo “Importanti e Migliori di me”, cercando di ingraziarmeli e leccandogli il culo e chiedendo un parere sull’ultimo misero, merdoso post che avevo pubblicato sul mio squallido blog di infima categoria.

 

Pensate a quei poveri stronzi. Pensate a quanta pena dovevano provare.

 

“Oh, l’ennesima e-mail del blogger alle prime armi che mi idolatra disperatamente. Mi chiede se sono così gentile da leggere l’ultimo post che ha pubblicato, “Cose che ho fatto ieri pomeriggio dopo essermi lavato i denti”, e dargli la mia opinione “in modo schietto e sincero”, e conclude con un P.S., “Ehi, cosa ne pensi dell’immagine di sfondo che ho messo sulla Home Page? Pensavo di usare un effetto seppia per rendere il tutto più serio e meno da ragazzini.”

 

La risposta che ricevevo, generalmente, era una variazione più o meno elaborata del classico “Bravo, bel post, continua così, grazie per i complimenti”, il che si poteva tradurre con un sonoro “SMETTILA DI ROMPERE I COGLIONI IL TUO BLOG MI FA CAGARE E COL CAZZO CHE TI LINKO”.

 

Ora, tornando all’argomento principale del post (il quale, come i più attenti di voi avranno intuito, è un lampante esempio di come io ormai non abbia più uno straccio di idea decente), posso dire che i blogger che mandano e-mail supplichevoli ad altri blogger sono dei poveri idioti.

 

I blogger che idolatrano altri blogger, generalmente, sono degli idioti.

I blogger che si sperticano in lodi esagerate cercando di ottenere un briciolo di attenzione sono degli idioti.

I blogger che commentano altri blogger esprimendo un parere “obiettivo e imparziale” o “una critica costruttiva” sono degli idioti.

I blogger che si ispirano nello stile / nella forma / nei contenuti ad altri blogger sono degli idioti.

 

Volete un consiglio? “Schietto e disinteressato”?

Smettetela di scrivere per gli altri e iniziate a scrivere per voi stessi. Se quello che scrivete piace a voi, tanto basta.

 

E’ tutto qua, dico davvero.

 

Non è questione di chi ha più commenti positivi, di chi fa duemila visitatori al giorno, di chi è riuscito a farsi linkare dal Signor Blogger Affermato, o di chi scrive il post più simpatico della rete.

No.

Quelli sono, per così dire, “effetti collaterali”. Sono cose che possono far piacere, questo non si nega, ma sono e rimangono cazzate.

Cento commenti positivi ad un vostro post possono significare benissimo due cose: che siete bravi, o che ci sono altri cento idioti come voi che vi stanno seguendo come delle pecore. Non ci credete? Eppure viviamo in un paese dove Zelig è considerato uno show di bravi comici.

 

Cosa cazzo te ne frega se ti linko o no? Sarà più di un anno che l’occhio non mi cade neanche per sbaglio sulla barra dei link, figurati cosa me ne sbatte di chi c’è e chi non c’è, tu compreso.

Cosa cazzo ti importa se vengo sul tuo blog a commentare? Pensi che salga di livello solo perché ho sprecato trenta secondi del mio tempo a scriverti “Bel post”? Ci ho messo più tempo a digitare le lettere del codice di sicurezza che a inventarmi un commento falso e scontato per quel mare di cazzate che hai pubblicato.

Cosa cazzo ti importa della mia opinione su quello che scrivi? Mi conosci? Sai chi sono? Andiamo a cena insieme il venerdì sera? No!

Se ti sta così tanto a cuore l’opinione di un emerito sconosciuto che scrive boiate su un sito Internet forse è ora che getti via i pupazzetti fatti coi Lego che ti tengono compagnia nelle buie notte piovose quando fai fatica ad addormentarti e che ti scrolli di dosso i rimasugli della tua triste infanzia segnata da una continua ricerca d’approvazione e affetto e che inizi a rimodernare la scala di valori che governa la tua vita, sostituendo al primo posto “Complimenti ricevuti da un blogger” con “Scopare finalmente una donna”.

 

La cosa principale è imparare a scrivere per far piacere a sé stessi.

Dopodiché, (e ben vengano, se sono quelle le cose che vi interessano) arrivano i link dagli altri blog, arrivano i complimenti e le critiche, arrivano i visitatori. Arrivano persino i premi, se siete bravi.

E arrivano le mail di blogger sconosciuti che vogliono sapere cosa ne pensate del loro ultimo post.

 

Fa davvero schifo al cazzo, porca puttana.

 

 

Se sei ancora qui, non hai capito un cazzo

merda.jpg

 

 

 

Tu.

Sì, tu.

Tu sei un coglione.

 

Tu che sei seduto davanti a questo schermo di computer e che agiti freneticamente il mouse di qua e di là, senza sosta. Tu che digiti sulla tastiera una sfilza impressionante di lettere che vanno a formare una sfilza impressionante di parole che spesso sono una marea di impressionanti cazzate.

 

Tu che passi ore davanti al computer. Sei peggio di Keanu Reeves in Matrix. Butti via pomeriggi interi, mattine, serate. Navigando qua e là, non importa dove, salti da un sito all’altro, con un click. Vedi tette, culi, fighe. Politica, politica, politica. E cazzate. Quante cazzate, porca troia. Stupide e vuote e inconsistenti stronzate ideate e pubblicate per ammazzare un po’ di tempo. E tu che te le ingoi tutte beatamente, una dopo l’altra, senza sosta, come una troia specializzata in pompini che ama il suo lavoro.

 

Cazzate di qualsiasi tipo, per ogni gusto: spazzatura che ingombra il web e aspetta di venire usata e subito gettata.

E tu, coglione, ci passi le ore. Ore, cazzo. Mi fai schifo. Perché tu e quelli come te siete una generazione di merda. Ci hanno dato Internet, e noi ce lo siamo preso, lo abbiamo guardato, lo abbiamo provato, lo abbiamo esplorato, e ci siamo rimasti intrappolati. E ci siamo dimenticati del resto.

 

Su Internet conosci gente e “chiedi l’amicizia”, su Internet esprimi tutte quelle opinioni che non avresti mai il coraggio di rivelare nella vita di tutti i giorni, su Internet ti fai le seghe guardando anonime pornostar asiatiche che succhiano cazzi di trenta centimetri, su Internet ti informi e credi di essere più “avanti” rispetto a quei coglioni che stanno ancora a guardare il Tg4, su Internet trovi i peggio sfigati con le tue stesse passioni da sfigato e tutto felice ti riunisci con loro in oscuri forum da sfigati a scambiarti commenti sfigati su argomenti dei quali è meglio non parlare in pubblico se non vuoi venire deriso dalla gente “normale”, su Internet spacchi culi in giro e fai il galletto mentre quando spegni il computer sei solo un frustrato che ha perso la fiducia nel mondo e vive e lascia vivere, su Internet sei una persone brillante e simpatica e audace e invece quando sei al bar te ne stai in un angolo scuro a bere birra e a prendere per il culo la cameriera chiedendole di farti un pompino a fine serata, su Internet c’hai il blog figo pieno di pensieri fighi e ti scambi i commenti fighi e poi il blog migliore vince i premi fighi e tutti quanti lo ammirano e lo trovano figo e ci si fanno i pompini a vicenda, su Internet guardi i video su Youtube e trovi cose sensazionali che in tv mica ti fanno vedere, poi però passi le ore a guardare filmati di pinguini che scivolano sul ghiaccio o le azioni da gol di Roberto Baggio di dieci anni fa o le vecchie sigle dei cartoni animati, su Internet chatti con le ragazze e dici loro cose che non diresti neanche alla puttana croata che incroci sempre per strada tornando a casa il venerdì sera, su Internet navighi su Wikipedia e ti fai una cultura delle peggiori stronzate che il mondo abbia mai conosciuto, su Internet impari cose nuove senza accorgerti che il novanta per cento di quello che impari è inutile, su Internet ci passi le ore, le ore, te ne rendi conto?

 

Fuori c’è il sole, dietro l’angolo c’è una ragazza che si farebbe scopare, al bar c’è una birra da bere, ci sono sigarette da fumare e persone con cui fumarle insieme e stronzate da raccontare e cose da vedere e odori da sentire e sensazioni da provare, ma tu preferisci stare seduto davanti allo schermo di un computer e agitare freneticamente il mouse di qua e di là, senza sosta. Tu, proprio tu, che digiti sulla tastiera una sfilza impressionante di lettere che vanno a formare una sfilza impressionante di parole che spesso sono una marea di impressionanti cazzate.

 

Che ne dici, coglione, andiamo a vedere se Faina ha scritto qualche puttanata anche oggi?

 


La figa sa di pesce, e io pesco meglio di Sampei

Tragicommedia in tre atti

 

Atto I

 

ragazza: ciao cm va? ke fai stasera?

faina: tutto bene. stasera non lo so.. perchè me lo chiedi?

ragazza: ankio bene… pensavo ke potremmo vederci magari

faina: per fare che?

ragazza: non so.. andiamo a bere qualcosa

faina: hai voglia di cazzo insomma

ragazza: vaffanculo stronzo

 

Atto II

 

ragazza: ciauuu 🙂 ke fai d bello?

faina: niente

ragazza: 🙁 che scontroso!!!

faina: cosa vuoi?

ragazza: niente volevo solo sentirti un pò!!!

faina: hai voglia di cazzo insomma

ragazza: che stupido che sei

 

Atto III


ragazza: oggi ti ho visto!

faina: dove?

ragazza: al centro commerciale… eri con una ragazza bionda mi pare 🙂 🙂

faina: sì esatto

ragazza: è la tua nuova fidanzata??? 😉

faina: perchè ti interessa saperlo?

ragazza: semplice curiosità 😉

faina: hai voglia di cazzo insomma

ragazza: fanculo

 

Morale

 

Sì, alla fine avevano voglia di cazzo.

 

The End

 


Figliolo, un giorno tutta questa merda sarà tua

C’è un ragazzino, qui vicino a me, mentre scrivo. E’ il figlio di mia cugina. Ha tre anni. Sta giocando con un mostro di plastica blu. Sembra che se la stia godendo.

 

Io coi bambini piccoli non riesco proprio a interagire. Tutti quanti appena vedono un moccioso iniziano a fare facce buffe o giocarci o a parlargli lentamente e con tono allegro.

 

O a riempirlo di attenzioni e vezzeggiativi: “Caro”, “Tesoro”, “Cucciolo”, “Bello di mamma”, “Piccolo”, “Giuggiolino”.

Dio, sembra che stiano parlando con un cazzo di cane handicappato.

 

Io no, non riesco a fare certe cose. Mi sembra stupido sprecare tempo a interagire con un essere che non capisce quello che dico.

 

Se fossi sicuro che potesse capirmi, capirmi fino in fondo, allora forse gli parlerei. Qualcosa da dirgli ce l’avrei.

 

raffaella_fico.jpg

 

Gli direi che si diverta finchè è piccolo. Che se la goda come un bastardo. Che non risparmi mai le energie, che si impegni a giocare dalla mattina fino alla sera.

 

Gli direi che un giorno qualcosa cambierà drasticamente e finiranno i bei tempi in cui tutto quello che serviva per andare avanti era correre dalla mamma a lamentarsi, fiduciosi che lei avrebbe risolto tutto.

 

Gli direi che un giorno scoprirà l’ansia e la paura di deludere i genitori, i parenti, gli amici, i compagni di classe.

 

Gli direi che un giorno il giudizio della gente conterà e quindi dovrà smetterla di fare quel cazzo che vuole e dovrà iniziare a comportarsi secondo certe regole stabilite. A meno che non voglia finire in galera per atti osceni in luogo pubblico, o roba simile.

 

Gli spiegherei che le ragazze gli stravolgeranno la vita e gli bruceranno il cervello. Gli insegnerei che imparerà ad odiarle e a disprezzarle dal profondo del cuore, e che dovrà trattarle male per riuscire a sopravvivere, ma che loro avranno sempre una cosa con cui si faranno perdonare tutte le porcate che gli rifileranno.

 

Gli direi che un giorno uno dei suoi genitori morirà e che lui non potrà farci niente. Ma a questo non riuscirà mai a credere veramente, almeno fino a che non succederà davvero.

 

Gli farei capire che per andare avanti senza venire schiacciato dovrà imparare a farsi rispettare, perché la gente è cattiva per natura. Gli direi che dovrà imparare a essere malizioso, bugiardo, arrogante. Porgere l’altra guancia è il metodo migliore per finire inchiodati su una croce a morire come dei coglioni.

 

Gli spiegherei che provare pena per qualcuno non è sbagliato, fa parte della natura umana, che è imperfetta e contraddittoria, ma che non dovrà lasciarsene trasportare troppo, o finirà per farsi fregare.

 

Gli direi che nella vita conoscerà una marea di persone, ma che solo con una manciata di loro riuscirà ad avere un rapporto sincero. Con le altre, invece, non potrà mai aspettarsi di arrivare oltre a un certo punto.

 

Gli insegnerei che dovrà imparare a contare solo su sé stesso, senza poter chiedere aiuto. Gli direi che arriveranno giorni in cui dovrà affrontare certe situazioni di merda di cui non potrà parlare a nessuno, e che sarà faticoso. Molto.

 

E gli direi che per resistere a uno stress del genere si ritroverà a cercare sollievo nel sesso o nelle droghe o in qualsiasi altra cosa che possa procurargli un piacere facile senza spenderci sopra troppa fatica.

 

A meno che, ovviamente, non voglia arrendersi e gettarsi sul letto con la faccia affondata nel cuscino a frignare e lamentarsi come una fottuta puttana di ragazzina mestruata.

 

AdrianaLima11.jpg

Mussolini non fu un dittatore, e l’erba non è verde.

piazzale-loreto.gif

 

A scuola mi hanno sempre insegnato che il fascismo è male e che Mussolini era un cattivo ragazzo, ma a quanto pare i miei professori non avevano la stessa cazzuta cultura della gente che frequenta Cuore Nero.

 

1. http://cuorenero.forumer.it/about373-cuorenero.html

 

ragazzi una domanda per voi cosa ha fatto di bene e di male mussolini nei 20 anni di dittatura romana????? e cosa non avreste fatto voi al posto suo????e per voi in questa società si potrebbe instituire di nuovo un regime fascista?????

luca di roma fondatore del movimento giovanile di roma ANIME RIBELLI

 

Domande più che legittime, cristo! E quale posto migliore per trovare risposte imparziali e obiettive se non su un forum frequentato da giovani esaltati che si masturbano pensando al simbolo di Forza Nuova?

 

Dici di essere fascista… he… tu stesso la chiami DITTATURA… bella pubblicità che ci fai…

 

Oh, concetto interessante. Quindi suppongo che NON chiamandola dittatura non ci sia più pericolo che possa essere vista come una cosa negativa.

 

<<Che ne pensi della dittatura fascista?”>>

<<Ehi ehi, piano con le parole! Chiamalo “L’allegro governo fascista”>>

<<Hai ragione, suona meglio>>

 

quella forma seria, rispettosa, ordinata e coerente del governo del grande Mussolini ha solo fatto del bene al nostro paese…basti pensare che è stato l’unico governo a tener l’Italia in attivo

 

L’unico governo a tenere l’Italia in attivo??? E l’impero romano dove cazzo lo lasciamo??? Eravamo padroni dell’Europa a quel tempo! Altro che fascismo! Torniamo a indossare sandali e toghe e a ridere di Russel Crowe che viene mangiato dai leoni nell’arena. Quella era vera grandezza.

 

cmq nessuno dice che MUSSOLINI non abbia fatto del bene all’ITALIA anzi fu secondo me la cosa più bella che capito ad essa… riportando il nazionalismo e il patriottismo agli italiani…

e cmq il fascismo fu una dittatura una splendida dittatira….

 

La cosa più bella che capitò all’Italia fu Mussolini. Suppongo che Tiziano Ferro sia la seconda.

 

secondo me il DUX è stato l’uomo che ha fatto più bene per l’Italia, in assoluto. ma un suo errore è stato avvicinarsi ai tedeschi, che fra l’altro è stato l’unico motivo per cui è durato vent’anni e non cinquanta: entrare in guerra. L’Italia non era pronta, come si è visto persino in grecia…figurati gli stati uniti, l’inghilterra, o la russia. se ci fossimo fregati dei nazisti saremmo ancora sotto il gran regime…che secondo me può ritornare…e cmq una dittatura ferrea com’era allora è mille volte meglio della repubblica floscia che abbiamo adesso…

 

“Se ci fossimo fregati dei nazisti”.

Facile come bere un bicchier d’acqua.

O come guardare fuori dalla finestra e fregarsene di quel grosso aereo di linea che sta precipitando dritto dritto sul tetto di casa tua.

Lo spauracchio nazista che dilaga in Europa? La Germania di Hitler che usa la forza per occupare altri stati? Lo sterminio degli ebrei?

Bastava fregarsene.

 

be anche secondo me un grande errore fu entrare in guerra ma PURTROPPO l’italia fu costretta a scegliere tra la grande armata di hitler che in quegli anni aveva distrutto mezz’europa o mettersi contro questa mega potenza… cmq con il senno di poi. dopo la morte del grande MUSSOLINI i successori sarebbero stati all’altezza???? o avrebbero rovinato soltanto quel bellissimo ideale??? e poi a quest’ ora avremmo come re QUELLO SCHIFOSO di vittorio emanuele secondo che secondo me avrebbe buttato ancora piu giù quest’italia ( vedi tutte le sue inchieste)…

Pensate, Vittorio Emanuele II a capo dell’Italia. L’abbiamo scampata bella.

 

sta di fatto che il regime era una cosa magnifica, ed è un peccato che non ci sia più. dico anche, che se il DUX fosse vivo adesso, secondo me vorrebbe che il suo regime ed il suo sogno rinascesse. e perchè non è possibile? io credo ancora che con forza e mano dura è possibile arrivare in alto e nominare un successore del primo e glorioso DUX. è così che la sua memoria non morirà mai, se il suo ideale viene portato avanti con lo stesso vigore e la stessa fierezza che egli riusciva ad infonderci. è possibile! e se è possibile, perchè non lottare per questo sogno? perchè non combattere per resuscitare la speranza del regime romano?

 

E’ confortante sapere che gente con simili idee vaga libera per le strade. Persone così palesemente ignoranti e incoscienti, teste vuote senza uno straccio di dignità o capacità critica personale, pecore che si limitano a seguire il gregge senza chiedersi il perché e che senza opporre alcuna resistenza si lasciano sedurre da una propaganda criminale che gli viene inculcata in testa da gente ancor più ignorante e incosciente di loro.

E non sto parlando solo degli elettori di Berlusconi.

 

Tra le molte cose buone fatte, indubbiamente le opere di bonifica, la rete di inftrastrutture stradali (che oggi sono ancora in uso), le strutture fognarie, il miglioramento dell’economia (ricordiamo che al tempo c’era un’economia molto più chiusa rispetto a quella moderna), allearsi al nazionalsocialismo tedesco di cui dovremmo considerarci fratelli, ecc. ecc.

Onestamente le cose buone sono troppe per poterle elencare tutte.

Tra le cose negative di sicuro non annovero la strategia militare, la scarsa spesa in fatto di ricerca e di mezzi, nonostante, e ripetiamolo nuovamente, in Italia ci siano grandi menti.
L’errore a mio avviso non è stato l’entrare in guerra, quanto l’entrarci con mezzi non adeguati e scarsa sussistenza logistica agli uomini impiegati.
Possiamo elencare innumerevoli atti di coraggio in cui gli italiani si sono distinti nonostante la mancanza di tante cose indispensabili, alle volte anche di scarponi…

 

Io tra le cose negative avrei aggiunto anche le leggi razziali. Ma capisco che sono una cosa di poco conto rispetto alla toccante storiella dei poveri soldatini italiani che vanno in guerra senza gli scarponi. Sigh.

 

CREDO A SCHIERARSI CN HITTLER..ANKE SE CONDIVIDO IDEALI NAZISTI E LA MIA BIBBIA è IL MINE KAMPF CREDO KE NN DOVEVAMO SCHIERARCI CN I NAZISTI…POI DOVEVAMO METTERI I COMUNISTI NEI FORNI E NELLE CAMERE A GAS…NN IN ESILIO A PONZA A ISCHIA NELL’ISOLA DELBA…SEMBRAVANO + VACANZE CHE PUNIZIONI

 

LA MIAI BBIBIA E’ IL MINE KANNPFFF E MIO IL MIO DIO ESERE HITTTTLER E I COMUNNINSTI DOVRESSERO ESERE METTUTI ALLO  ROGGO E IN CAMERE DI GaS!!! SPEZEREMERMO LE RENNI E BOIO KI MOLA!!! HITLER 4EVER!!! DUX MIO LUxX!!

 

negli ultimi anni mi sono avvicinato sempre di più all’ideologia fascista e tuttora la apprezzo. Riguardo ad un ritorno del fascismo credo che i tempi non siano maturi, prima di tutto per come è stato marchiato il concetto di fascismo nel dopoguerra, gran parte della gente solo a sentirne parlare lo collega a qualcosa di negativo. Dunque il primo passo da fare sarà sradicare i pregiudizi, ammettendo anche gli errori che furono fatti specialmente per le circostanze storiche di quegli anni (la violenza squadrista nacque come reazione al biennio rosso per non parlare dell’influenza tedesca sulle leggi razziali)

 

Ma questa gente, sul serio, che cazzo di libri di storia legge? E soprattutto, che cazzo di conclusioni ne trae?

La violenza squadrista nacque come reazione al biennio rosso. A parte che è un’interpretazione palesemente di parte, ma allora?  Anche se fosse andata così, questo basterebbe a giustificare il fascismo e ciò che comportò?

Giuro che la mente bacata di certi imbecilli mi fa più paura dell’idea di diventare impotente. Simili coglioni, una volta cresciuti, diventeranno cittadini “attivi” in un paese già preso male di suo, e per colpa loro e della loro mentalità da bulletti di terza media io continuerò a dover sopportare un governo di destra xenofobo e conservatore che sta rovinando milioni di persone e peggiora progressivamente la qualità della vita.

Ops, scusate. Troppo serio? Troppa realtà tutta in una volta?  Rimediamo subito, non abbiate paura: figa, tette, culo, yuppy! Andiamo a guardare il Grande Fratello, dai.

 

Chissà cosa ne pensano questi malati figli di puttana della tragica morte del loro grande eroe Benito?

 

2. http://cuorenero.forumer.it/about107-cuorenero.html

 

Il 29 aprile i cadaveri di Mussolini, della Petacci e dei fucilati di Dongo vennero trasportati a Milano ed esposti alla pubblica vista in piazzale Loreto. Appesi per i piedi al tetto di un distributore di benzina, i cadaveri penzolarono per tutta la giornata, di fronte a una folla esacerbata e tumultuante.

 

Leggendo quest’ultima frase mi si è scaldato il cuore.

 

A morte le vili e infami associazioni partigiane esistenti tutt’ora in Italia!
Mussolini eroe e padre di tutti gli Italiani!
ONORE A MUSSOLINI BENITO!
PARTIGIANO BASTARDO PERVERTITO!

 

Tanta grazia e pacatezza mi lasciano basito.

 

Partigiani bastardi,pervertiti,e sukkia…..beep aggiungo io:ma comunque,quelli ke hanno compiuto quell’ignominia,stanno bruciando nelle piu’ calde fiamme dell’inferno capeggiati da quell’illustre “signore”di nome sandro pertini….(la minuscola e’VOLUTA)

 

Se non avesse specificato che la minuscola era voluta avrei anche potuto pensare che l’autore del messaggio fosse un deficiente.

Ma d’altronde lo penso lo stesso.

 

Hanno ballato sui loro corpi e sputato sui loro nomi (Claretta e Ben – 270Bis)

A volte penso se sia davvero giusto continuare a perseguire questi miei ideali, penso di non avere coraggio, ma quando vedo il solito “letamaio rosso” gettati per strada a bere vino e fumare droga rovinando l’immagine del centro storico e della citta stessa, dell’Italia e dell’Europa intera, allora prendo forza e mi dico che bisogna ancora lottare per un paese migliore, e il Duce voleva questo…

 

Questo tizio ha un’immagine davvero pessima dei comunisti.

“Letamaio rosso!”

“Gettati per strada a bere vino e fumare droga!”

E per fortuna non ha accennato alla loro insana passione per gli Articolo 31.

 

Grazie ai partigiani, l’Italia si è salvata dalla piaga fascista, e mussolini è stato trattato come meritava, ovvero sgozzato come un porco.

 

Una luce, in fondo al tunnel. Ma le reazioni contrarie non tardano ad arrivare.

 

con quale arcano criterio di giudizio affermi una tale assurdità..i partigiani sono i traditori dell’Italia…il grande Mussolini ha reso il nostro paese vivibile in tutti i sensi, se hai un lavoro ed una pensione ricordati di ringraziarlo ogni mattina prima di affermare tali oscenità…questa è solo una delle grandi cose che ha fatto x noi

 

Capito? Ringraziatelo per il lavoro e la pensione, è tutto merito suo. E non dimentichiamo di ringraziarlo per le bonifiche e le infrastrutture stradali.

Ma soprattutto le bonifiche eh!

E’ strano, ma di solito quando chiedi a un fascista che cosa abbia fatto di buono Mussolini per l’Italia, una delle prime risposte che ti arrivano è quella cagata delle opere di bonifica.

Ti dicono: “Mussolini? Ha bonificato le Paludi Pontine!”, e poi, dopo qualche attimo di silenzio imbarazzato, si affrettano a dire: “E ha anche risollevato l’economia!”

Ma è indubbio che le bonifiche delle paludi sono sempre al primo posto nel cuore di ogni nostalgico fan di Benito.

 

ke bastardi i comunisti…ridurre cosi un uomo che aveva fatto diventare l’italia il piu grande paese del mondo

 

Ma per fortuna che poi l’abbiamo vinta lo stesso la seconda guerra mondiale, eh?

 

Finche mussolini costruiva opere ed effettuava riforme stava bene a tutti,poi nel momento di difficolta gli italiani hanno abbandonato la nave ripudiando l’uomo che fino a un anno prima veniva glorificato e marmorizzato…i romagnoli sono passati da fascisti a comunisti in un paio di mesi…bello schifo…DUX vivi!!!

 

Proprio perché stavo così simpatico a tutti aveva bisogno di instaurare una dittatura e indottrinare la gente con cinema e stampa e radio e censurare ciò che metteva in dubbio la sua autorità e usare la violenza per mantenere il controllo e isolare i liberi pensatori e far ammazzare gli avversari politici… Come si fa a non amare uno così? Maledetti romagnoli, che dio vi fulmini.

 

Ma questo gruppo di pagliacci vestiti di nero che hanno imparato tutto sul fascismo semplicemente leggendo i motti scritti qua e là nei cessi della stazione, cosa pensano veramente di Mussolini? E’ il momento di scoprirlo:

 

3. http://cuorenero.forumer.it/about4-cuorenero.html

 

il miglior statista di tutti i tempi

 

Eh sì, è per questo che ha perso la guerra e ha rovinato l’Italia ed è finito ammazzato e lasciato a penzolare a testa in giù. Un vero genio.

 

E’ difficile definire Benito Mussolini me e’ filosofia di vita chiave x risolvere le situazioni piu’ difficili e di sconforto : quando ne ho bisogno metto in macchina un cd del ventennio e via a tutto gas

 

“Metto in macchina un cd del ventennio e via a tutto gas”

Conosco un modo più dignitoso per risolvere le situazioni di sconforto: suicidarsi.

 

mussolini è il duce e lo sara’ per sempre:quanto a loro bisogna isolarli e lasciarli nella loro ignoranza bastarda.Io rispetto le idee altrui ma soltanto quando sono costruttive non quando sono banali e orgasmate!!

CAMERATI A CHI IL MONDO e loro a grandissima e tumultuosa voce rispondevano tutti : A NOI!!!!!!!

 

Dev’essere così dannatamente esaltante vivere in un mondo fatto di luoghi comuni e frasi fatte. CAMERATI A CHI IL MONDO e loro a grandissima e tumultuosa voce rispondevano tutti: BANALI E ORGASMATE!

 

Per concludere, dopo una lunga ed accurata ricerca ho concluso che i miei professori erano degli ignoranti comunisti, che il fascismo è stato una manna dal cielo e che gli italiani erano tutti contenti, che i miei libri di storia riportavano informazioni errate, che Mussolini non aveva instaurato nessuna dittatura e che era il personaggio più amato che ci fosse, che grazie a lui l’Italia era diventata la nazione più grande del mondo, che i soldati italiani giravano senza scarponi.

 

Ah, sì, e che gli unicorni esistono.

 

Mussolini appeso per i piedi a Piazzale Loreto2.jpg