Dieci cose dei film che hanno veramente rotto il cazzo ed è ora di finirla

1

 

Quando il tizio sta per baciare la figa di turno (che si è miracolosamente innamorata di lui) ecco che vengono interrotti dal campanello che suona, o dal telefono che squilla, o da un bambino di cinque anni che entra nella stanza urlando, inconsapevole di aver appena interrotto il momento magico in cui il suddetto tizio stava per limonare la pollastra e portarsela a letto.

A quanto pare la gente nei film non riesce mai a slinguarsi in santa pace.

 

2

 

Nei film d’azione si vede sempre l’eroe di turno che spara a uno dei cattivi e questo crolla a terra e non si muove più e non emette un cazzo di fiato.

Stronzata.

Se spari a un cattivo di turno io voglio sentirlo urlare per mezz’ora mentre muore dissanguato, voglio vedere che cerca di estrarre il proiettile con le dita piangendo di dolore mentre lo fa, voglio che tenti di alzarsi in piedi e piantare una pallottola in testa all’eroe di turno per vendicarsi prima di morire, voglio che combatta con le unghie e con i denti per cercare di sopravvivere.

Basta con questi cattivi di turno che appena ricevono una pallottola in qualsiasi punto del corpo si accasciano a terra e se ne stanno zitti a morire senza fare un cazzo.

Fighette.

(Sono giustificati quelli che vengono colpiti alla testa.)

 

3

 

Megan Fox, Scarlett Johansson, Salma Hayek e Natalie Portman devono comparire nude nei film in cui recitano. Il regista deve inquadrarle per lunghi minuti e zoomare ripetutamente su tette e figa.

O si spogliano, o se ne vanno affanculo.

Altrimenti la loro partecipazione nei film diventa alquanto superflua.

A chi cazzo interessa vedere un film in cui la Portman parla per due ore ed è vestita?

E’ uno spreco senza senso. E’ come se Rocco Siffredi avesse intrapreso la carriera di elettricista.

 

4

 

Gli attori devono iniziare a scoreggiare.

E’ vergognoso che nel ventunesimo secolo siamo ancora costretti a vedere film dove la gente non scoreggia. E non me ne frega un cazzo di American Pie o di tutti quegli altri aborti cinematografici sul generis, io voglio vedere un cazzo di film girato da Scorsese in cui Robert De Niro finisce di scoparsi Susan Sarandon nel cesso di una tavola calda ed esce dal locale accendendosi una sigaretta e mollando un sonoro peto.

QUELLO sarebbe del fottuto realismo.

Basta con tutte quelle scene di sesso dove l’uomo finisce di trombare la donna e va in cucina a preparare la colazione.

Nessuno prepara la colazione a una che hai appena finito di scopare, al massimo le accarezzi i capelli e poi vai in bagno a fumarti una Camel.

Quando vedo questa gente che si alza dal letto e va in cucina a preparare salsicce e omelette e bicchieri di spremuta per la mignotta di turno io penso sempre al mostro di Loch Ness che gioca a tennis con lo Yety a bordo di una navicella spaziale capitanata da Gesù Cristo. QUESTA MERDA NON ESISTE quindi è ora di dire basta ai registi che si ostinano a inserire certe scene inverosimili nei loro film.

 

5

 

Questa può sembrare un’ovvietà, ma va comunque detta: i film horror stanno andando a puttane perché la gente è stufa dei protagonisti rincoglioniti.

Lanciamo un appello a Hollywood tutti insieme, coraggio:

HOLLYWOOD, SMETTILA DI PRODURRE FILM SUI SERIAL KILLER CHE SI DIVERTONO AD AMMAZZARE DEI POVERI COGLIONI!

Ho un consiglio per Wes Craven e compagnia bella: provate a inserire nei vostri film un fottuto studente universitario che quando viene minacciato da un serial killer psicopatico NON si limita a frignare e rifugiarsi in mezzo ai boschi armato di una torcia e un cucchiaio di plastica, e vedrete che come d’incanto la gente inizierà ad apprezzare maggiormente il vostro lavoro.

E’ frustrante vedere questi idioti che vengono massacrati uno dopo l’altro in maniera cruenta quando è evidente che l’unica soluzione ovvia è quella di acquistare un fottuto fucile a pompa e far saltare in aria lo stronzo maniaco che li perseguita.

No, loro scappano. Loro inventano piani ingegnosi. Loro cercano formule magiche in antichi libri dell’occulto con lo scopo di far scomparire il tremendo spirito maligno che vuole ucciderli.

Fanculo, comprati un fucile a pompa e stai pronto a sparare! E se vedi che le cose vanno  male, te lo infili in bocca e ti fai saltare la testa. Almeno eviterai di venire impalato vivo o scuoiato o spezzato a metà o ucciso in qualche altro modo orribile da qualche ridicolo assassino che si traveste da coniglio viola e colleziona peli di culo umani.

 

6

 

Lo so che è bello quando nei film ad un certo punto Jack Nicholson, o De Niro, o Anthony Hopkins, o Al Pacino si alza in piedi davanti alla folla ostile e nella stanza cala il silenzio più assoluto e tutti puntano gli occhi su di lui e lui oh meraviglia delle meraviglie inizia un fottutissimo MONOLOGO di quelli con i controcazzi, uno di quegli epici e affascinanti monologhi da film che gli sceneggiatori ci mettono due settimane per scrivere, e quando il monologo finisce all’improvviso come per magia un tizio della folla ostile inizia a battere le mani, e dopo qualche secondo un altro tizio ostile batte le mani e all’improvviso tutta la folla ostile batte le mani e sarebbero pronti a morire per Jack Nicholson anche se fino a cinque minuti prima volevano crocifiggerlo; oppure il magico monologo finisce ed ecco che la squadra (di calcio, di hockey, di basket, vedete un po’ voi) allenata da Anthony Hopkins che fino a cinque minuti prima si stava facendo fare il culo ritrova di colpo energie e motivazione e scendono in campo gasati come tori alla corrida e si improvvisano fenomeni mondiali lanciandosi in una serie spettacolare di numeri e peripezie e alla fine vincono la partita.

Vincono una partita persa e strapersa e tutto questo grazie al monologo di De Niro o chi per lui.

Insomma, i monologhi nei film saranno pure belli da sentire, ma è ora di smetterla di farci credere che bastino per influenzare drasticamente il destino del mondo.

 

7

 

Jessica Alba ha quasi trent’anni, ha recitato in una ventina di film, e deve ancora fare un pompino.

Ora, io non vorrei allarmarvi o mettervi in agitazione, ma BISOGNA SBRIGARSI A CONVINCERLA A GIRARE UNA SCENA DI SESSO DOVE MOSTRI QUEI CAZZO DI CAPEZZOLI PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI!

Se continuiamo ad accontentarci di banali scene di sesso soft dove inquadrano la schiena di una controfigura spacciandola per quella di Jessica, finiremo per ritrovarci tra vent’anni a rimpiangere di non avere mai potuto ammirare il suo culo ai tempi in cui era giovane e fresco!

Avete presente il terribile senso di colpa che accompagna il popolo ebreo per aver permesso l’uccisione di Gesù Cristo e le conseguenti persecuzioni che hanno dovuto subire nel corso dei secoli per colpa di questo terribile errore?

Ecco, se noi non convinceremo Jessica Alba a spogliarsi e a fare un pompino a Leonardo di Caprio mentre Christopher Nolan gira la scena in IMAX allora faremo tutti quanti la stessa fine degli ebrei: il nostro futuro nel corso della storia verrà funestato da lutti, morte, bagni di sangue e campi di concentramento.

 

8

 

Basta con le commedie romantiche. Davvero, basta.

Magari può sembrare una banalità, ma è ora di finirla.

La cosa misteriosa è che ho sempre sentito la gente lamentarsi delle commedie romantiche, lamentarsi di Sarah Jessica Parker e Jennifer Aniston, lamentarsi di finali sdolcinati e lamentarsi delle canzoni di Robbie Williams.

E allora, mi chiedevo, perché cazzo continuano a produrre commedie romantiche se la maggior parte della gente le odia e ne ha le palle piene?

Risposta: una parte della popolazione mondiale costituita da donne single e finocchi timidi continuano ad andare al cinema a vedere questi aborti cinematografici.

Vaffanculo questa gente.

Soluzione: ammazziamoli.

Basterà addestrare delle squadre di spietati agenti speciali che perquisiranno casa dopo casa, alla ricerca di prove compromettenti.

<<Signora, questo è un DVD di Sex and the City?>>

<<Io… Non è mio, lo giuro!>>

<<E questo… Sembra quasi… Oh mio dio, è Tre metri sopra al cielo. Mi viene da vomitare.>>

<<La prego, le giuro che non sono miei, le giuro che non so niente, non mi faccia del male!>>

<<Per favore, appoggi le mani al muro e chini la testa. Se collabora le assicuro che sarà una cosa veloce e indolore.>>

<<Ma… io…>>

BANG!

<<Crepa, maledetta puttana.>>

 

9

 

Gli anziani non sono saggi e adorabili.

Basta con questi adorabili vecchietti di settant’anni (Hopkins, Freeman, Gene Hackman, Ian McKellen) che prendono sotto la loro ala protettrice il giovane ragazzino ribelle di turno e nel giro di un mese lo trasformano in una specie di santo con l’intelligenza di Einstein e la bontà di Madre Teresa di Calcutta.

Che cazzo hanno i vecchi nei film? La formula magica per redimere i delinquenti del mondo?

Queste mummie dal sorriso sapiente e dalla parlata tranquilla si mettono a raccontare aneddoti della loro vita passata e a dispensare consigli preziosi quanto banali ed ecco che di colpo il giovane adolescente problematico incapace di manifestare affetto si ritrova a raccogliere fiori e comporre poesie mentre sullo sfondo il tramonto colora di rosso il paesaggio. Uao.

 

10

 

I film di Kubrick non erano poi sto granchè, vaffanculo le sue misteriose citazioni del cazzo e le sue inquadrature sperimentali e tutte le altre puttanate che ci metteva dentro.

Arancia meccanica  è famoso (ed era interessante all’epoca) solo per le scene dei vari pestaggi, Shining  è il film dell’orrore che spaventa di meno nella storia del cinema, Eyes Wide Shut  è un miscuglio di stronzate in stile “sogno-o-realtà?” che dopo un po’ annoia e lascia l’amaro in bocca, Full Metal Jacket  senza gli insulti del sergente Hartman sarebbe una cagata pazzesca, 2001: Odissea nello spazio  è di una noia assoluta, e vaffanculo.

Non mi interessa se Kubrick era “un perfezionista”, se usava la telecamera in modo geniale legandosela al pisello e facendola roteare, non me ne frega un cazzo se i suoi film vanno “interpretati” per essere apprezzati, non voglio guardare uno dei suoi “capolavori” e arrivare alla fine e dover farmi un esame di coscienza analizzando tutte le sfaccettature artistiche e altre boiate simili per godermi uno stracazzo di film!

Ma invece a quanto pare Stanley Kubrick era un genio e io sono un idiota se non lo apprezzo. Di solito quelli che apprezzano Kubrick sono gli stessi che apprezzano Lynch e le sue puttanate allucinanti. Gente che quando guarda un film non è contenta se il regista non ha inserito un centinaio di misteri irrisolti e un altro centinaio di citazioni oscure e un significato sottinteso all’intera opera che si può capire solo dopo anni di meditazione. Uao.

Tra cento anni studieranno la cinematografia del ventesimo secolo e proclameranno che Kubrick e compagnia erano dei sopravvalutati del cazzo, e io uscirò dalla mia tomba e andrò a pisciare su quella del vecchio Stanley.

 

 

Dieci cose dei film che hanno veramente rotto il cazzo ed è ora di finirlaultima modifica: 2010-08-18T15:53:13+00:00da eric-devor
Reposta per primo quest’articolo

62 pensieri su “Dieci cose dei film che hanno veramente rotto il cazzo ed è ora di finirla

  1. Sciuscia

    Ok, post promosso per la dose di coraggio mostrata alla fine sfanculando Kubrick*. Per il resto, sapeva un po’ di “già sentito per anni sul web” (anche su questo stesso blog).

    *Cosa che avevo già fatto io e meglio; quindi, un punto in più per l’occasione di autoincensarmi.

  2. blablabla

    sinceramente di jessica alba che spompina leonardo di caprio me ne sbatto allegramente le palle. se voglio vedermi una scena del genere non sono così sfigato da guardarmi un film del cazzo dove la gnocca di turno fa da soprammobile ma mi guardo un bel porno e finita lì.
    poi riguardo alla critica a kubrick sebbene simpatica è semplicemente una stronzata gigante.
    se ti piacciono i film utili solo a slinguazzarti una troietta al cinema ok, ma se parli di cinema come forma d’arte beh, allora la tua è solo una provocazione senza motivo di esistere.
    comunque bel blog

  3. Jackie

    “…una parte della popolazione mondiale costituita da donne single continuano ad andare al cinema a vedere questi aborti cinematografici.”

    Hai dimenticato tutti quelli che si vogliono scopare la donna single e per avere una speranza sono costretti a portarla al cinema…

    @Sciuscia: “già sentito per anni sul web” beh, dai, detto da uno che ha fatto 4 post sulle commedie americane, tra l’altro con così tante righe vuote che potevi farne solo 1 o 2… 😉

  4. Sara

    Per par condicio, voglio anch’io un film con Brad Pitt, Shia LaBeouf e/o Hugh Jackman nudi con un primo piano sul loro pene. XD

  5. BenzinAgricola

    Sono pronto a combattere al tuo fianco per i punti 3 e 7, oh mio capitano.

    Tutto il resto è verità assoluta, compresa la pisciata sulla tomba di kubrick.
    Allen W. for president

  6. Kurdt

    Bel post,peccato per la chiusa stupida.

    Non è mica colpa di Kubrik se ti viene difficile capirlo e devi passare mezz’ora a rifletterci su.

    Come se criticando Marguerite Yourcenar dicessi che non sai un cazzo del background culturale e storico di cui si parla.

    Non è colpa di Kubrick se sei ignorante.

  7. Kurdt

    Bel post,peccato per la chiusa stupida.

    Non è mica colpa di Kubrik se ti viene difficile capirlo e devi passare mezz’ora a rifletterci su.

    Come se criticando Marguerite Yourcenar dicessi che non sai un cazzo del background culturale e storico di cui si parla.

    Non è colpa di Kubrick se sei ignorante.

  8. emanuele

    sull’ ultima sei stato presuntuoso, il film come opera d’arte va apprezzato e sì, va capito, a 4 anni si pensa che picasso sia una merda e che tra i tuoi disegni e i suoi non cambi poi granchè, poi lo si studia e si capisce che è un fottuto genio. allo stesso modo il cinema d’autore.

  9. emix

    Le persone che gurdano commedie sentimentali sono le stesse merde che votano berlusconi, evidentemente.

    Comunque, sarà banale, i film sono mervigliosi appunto perchè non hanno nulla a che fare con una certa realtà.
    E dai, Kubrick è sopravvalutato veramente, soprattutto perchè è molto chic citare le sue opere e tanti individui che di cinema non ci capiscono una minchia lo elogiano senza argomenti, tanto per.
    Ammazziamo anche loro.

  10. la Volpe

    ciao Faina,

    una variatio su un tema diffuso nella letteratura umoristica, anche se i punti 6 e 9 li trovo originali e degni di encomio

    sul punto 10, io adoro diversi film di Kubric (non tutti), ma sti gran cazzi. ognuno ha diritto alla propria motivata opinione, non per questo dirò che sei ignorante e stupido (e nemmeno lo penserò)

    anche io ho odio per cose universalmente amate e passo per demente (Fight Club, il blog di Spinoza e “i soliti sospetti”), per cui ti offro la mia inutile solidarietà

  11. Mesic

    Bello, ricorda Sciuscia con i post sui college americani. Credo di aver avuto un orgasmo al punto 4, le scorreggie dovrebbero esserci, e mai nessuno mi ha fatto la colazione a letto al massimo qualche complimento sul pompino appena svolto e una grattata di culo possente. Infine su Kubrick, bhè arancia meccanica non ci sono ancora arrivata al significato ma nemmeno ci ho provato, shining non ha fatto paura al massimo qualche “no cazzo” durante i colpi d’accetta, full metal jacket m’è piaciuto, lo vidi la prima volta a 6 anni ma devo dire che già amavo Hurtman e il ciccione che si ficcava il fucile in bocca. 2001 odissea nello spazio ho dormito dopo che l’osso veniva lanciato. Per il resto concordo, della Alba me ne sbatto i coglioni e anche delle altre 3 piuttosto vediamo di far vedere l’uccello a Norton che solo al pensiero mi bagno!

  12. culo

    Bisogna iniziare un bombardamento intellettuale senza precedenti per convincere le giovani (e future) squinzie da film che il porno è l’arte suprema, anzi l’Arte, quella cui devono aspirare (si, aspirare). Che il cinema si, è bello, un discreto traguardo, ma non sei ancora IN CIMA. Dev’essere qualcosa di così pervasivo da sfiorare l’imprinting: queste nascono e dicono “mamma, il mio sogno da grande è fare l’attrice porno”. E lo dicono a tutti, lo scrivono nella loro pagina di facebook, ci credono proprio. Le vallette aspireranno a diventare attrici per la tv, le attrici dei film per la tv aspireranno come ora a diventare attrici del cinema, le attrici del cinema aspireranno a diventare attrici porno, e l’ordine sarà ristabilito. E le attrici del teatro si deprimeranno perchè nessuno va a vedere la loro Carmen di merda o l’ennesima Traviata di sto gran cazzo, indi si suicideranno dando fuoco ai teatri. Lacrimuccia, dissolvenza a stella, lunqo pianosequenza di un viaggio nel cosmo dai colori lisergici, stanza bianca con te da giovane e da vecchio, una scimmia si infila una banana nel culo e ride, contraendo l’ano la fa uscire sbucciata e ride.

  13. Sciuscia

    #@Sciuscia: “già sentito per anni sul web” beh, dai, detto da uno che ha fatto 4 post sulle commedie americane, tra l’altro con così tante righe vuote che potevi farne solo 1 o 2… ;-)#

    Ehi, avere la trave nel proprio occhio non vieta di far notare la pagliuzza in quello altrui.
    Voglio dire, non siamo mica cristiani, no?

  14. Sciuscia

    #Per par condicio, voglio anch’io un film con Brad Pitt, Shia LaBeouf e/o Hugh Jackman nudi con un primo piano sul loro pene. XD#

    Brad Pitt è un ex attore. Hugh Jackman credo sia gay, ma è anche Wolverine, quindi ok. Shia LaBeouf ha vissuto per molti giorni nel raggio di cento metri da Megan Fox, quindi lo scoperei.

  15. Kurdt

    @ Holplà : No,semplice nobiltà .

    Mi sono rotto i coglioni di gente che vuole che tutto sia “popolare”.

    @Volpe: Io non ho scritto che faina è stupido,ho scritto che è ignorante.

    Può non piacergli Kubrik,sticazzi,ma non perchè deve passare mezz’ora a cercare di capirlo.dio cane.

    Full metal jacket è così impervio?

  16. faina

    @ Kurdt:

    Okay, fai conto che ho volutamente esagerato i toni nel post, ma penso davvero che Kubrick sia sopravvalutato. I suoi film li trovo noiosi, e pretenziosi, tutto qua. Li guardo una volta e non sono del tutto convinto: non sono brutti, ma neanche capolavori a mio parere. Cioè, prendiamo Arancia Meccanica. Il film è praticamente diviso in due parti: Alex a piede libero e Alex dopo la cura. Ecco, Alex a piede libero è divertente, ti coinvolge, mentre la seconda ora del film (Alex dopo la cura) è palloso in una maniera incredibile. Per Full Metal Jacket vale lo stesso discorso: la prima parte dove i ragazzi vengono addestrati è divertente, la parte ambientata in Vietnam è noiosa. Mah, non so.

  17. dioeroinomane

    quoto sul punto 3 e 7, ma direi che anche halle barry dovrebbe fare film sempre nuda, e anche una certa brooke burke, poco conosciuta al grande pubblico, una modella che ha prestato la faccia per need for speed underground e posato per playboy…

  18. Spluga

    Ma la seconda parte di arancia meccanica non è pallosa, cazzo.
    A me ubriaca gli ormoni e comincio a piovere quando non riesce a toccare la super figa.

  19. newearth

    Kubrick è sopravvalutato, ma questo lo puoi dire ora e non negli anni ’70, all’epoca dell’uscita dei suoi film. Kubrick è un grande regista, non si può negare e i suoi film sono geniali. Ma c’è un però: sono noiosi se tu li guardi con gli occhi del XXI secolo, mentre se vuoi fare la critica e se sei un vero intenditore ( e tu lo sei Faina, lo so, è che fai il duro) capisci la sua grandezza.
    Arancia meccanica non avrebbe il suo senso senza la seconda parte, così come Full metal jacket. Critica invece quelli che non capiscono un cazzo di cinema e citano ogni secondo Kubrick sentendosi fichi solo perchè hanno visto Arancia.
    Secondo me Kubrick è sopravvalutato perchè si parla sempre di lui.

    In ogni caso Faina, quando un film ti fa parlare, quando dici “Ecco, Alex a piede libero è divertente, ti coinvolge, mentre la seconda ora del film (Alex dopo la cura) è palloso in una maniera incredibile. Per Full Metal Jacket vale lo stesso discorso: la prima parte dove i ragazzi vengono addestrati è divertente, la parte ambientata in Vietnam è noiosa. Mah, non so” ovvero quando pensi qualcosa su un determinato film, quando ti chiedi il perchè di un film, puoi stare sicuro che è un grande film. Se guardi una qualsiasi commedia romantica, ti rassegni al fatto che il tipo e la tipa alla fine si sposano, avranno figli ecc ecc e non ti lasciano un cazzo di niente dentro. Se guardi “Eyes wide shut” ti fai un sacco di domande, del tipo: ” questo si fa tutto il puttan tour e non scopa mai, che coglione!” anche se poi alla fine non ti piace, puoi stare sicuro che il regista ha raggiunto il suo scopo.
    Poi pensala come vuoi, alla fine anche tu hai ragione

    per quanto riguarda dal primo al nono punto ti appoggio alla grande!

  20. Kurdt

    @ Faina

    Ok,li puoi trovare pretenziosi e noiosi,è questa è una ragione personale che considero valida.

    Criticavo solo la “mezz’ora di riflessione”.

    Io considero quelli di K. dei bei film,un ottimo tentativo di fare soldi lasciando un pizzico di spazio ai freakkettoni dei 70.

    Un pò come il musical hair,per dire.

  21. Sciuscia

    Secondo, se di un regista/musicista/pittore/altrostronzochefaunlavorocheunsifatica hai visto e sentito TUTTO, hai pieno diritto di sfancularlo come ti pare.

    Proprio per la motivazione portata da Kurdt, ossia annichilire quelli che hanno visto una o due cose e lo osannano. Perché, Cristo, per poter parlare male di Kubrik, io mi sono visto mille volte tutti i suoi film. Mi ci sono fatto domande. Seghe mentali. Seghe fisiche.

    Insomma, come quando ci stai provando con una quindicenne su facebook, e lei ti dice che tra le sue passione c’è “la letteratura”, e poi viene fuori che significa “ho letto I Fiori Del Male ed Il Ritratto Di Dorian Gray e mi sono piaciuti”.

  22. arthur

    @newearth: Anche i pantaloni a zampa di elefante erano belli negli anni ’70, solo per questo non posso dire che oggi fanno schifo ?

  23. newearth

    @arthur: è evidente che devi rileggere il mio commento. Puoi dire che i pantaloni a zampa fanno cagare, ma li devi inquadrare in un ottica differente e capire perchè hanno avuto oppure hanno ancora successo

    @sciuscia: ti stimo fratello

  24. Kurdt

    @ Arthur vedi che lui stava cercando di dire:

    Hendrix ai suoi tempi era dio.

    Ora quello che ha innovato lui è diventato “standard” e non fa nessuno scalpore.

  25. essere disgustoso*

    sono polemiche tendenziose e strumentali indegne persino della peggiore partigianeria: perchè nessuno non ha ancora citato “il dottor stranamore” guardando la telecamera accigliato come capezzone?

    vabbe’, era solo per fare il bastian contrario. concordo sulla sopravvalutazione ma tutti hanno diritto a un contradditorio.

  26. Sciuscia

    Non posso vedere quel link, in questo momento, ma so solo che a me basta pensare a

    “Sir! You can’t fight here, this is the war room!”

    per godere.

  27. bulloleccapigne

    cmq ciò che ha kubrick decisamente meglio di lynch è che nonostante tu non capisca tutte le citazioni e cazzate varie i film sono godibili lo stesso… mentre con lynch ti fa solo girare i coglioni.

    sì, odio lynch

  28. Sciuscia

    No Kirk lo devi lasciare stare. Perché sarò pure un fine scrittore e un trombatore rinomato nella mia zona, ma prima di essere tutto questo sono un nerd di Star Trek.

  29. bastiano

    Vorrei vederti pisciare su quella tomba. Davvero.
    Con una telecamera. Farei un bel campo lunghissimo. Una carrellata snervante.
    Avrei tutto il tempo. Tutto il tempo prima dei 3 miseri schizzi.
    Solo avrei un indecisione sul finale. Primissimo piano americano o focus inguinale sul fattaccio?

  30. mikimix

    full metal jacket, osannato da critica e pubblico: trovatemi qualcuno che sappia delinearmi la trama del 2* tempo, o almeno una scena memorabile a parte topolin topolin viva topolin (regressione all’infanzia tipo hal 9000? perché il kubricco era capace di recuperare un refrain da un film all’altro per costruire una sorta di simmetria all’interno della sua opera). nemesi storica che ha colpito un regista considerato di gran valore intellettuale: la sua ultima sceneggiatura finisce con “scopare”. su yahoo answers, cloaca maxima dell’imbecillità multimediale, qualcuno chiede spiegazioni sul sopracitato finale. la risposta del saputello di turno: “rimane in sospeso come tutti i suoi film che catturano la psicologia umana”.
    anch’io vorrei catturarla, la psicologia umana… e sopprimerla con un colpo alla nuca, compresa quella che impazza in questo blog. ps. – in genere mi piacciono i film di stanley. anche se preferisco arthur stanley jefferson (cerca con google).

  31. Sciuscia

    Ah, sarebbe Stanlio. Che fico Google.

    Sì, quella scena è grandissima. Un’altra memorabile..? Uhm, mi piace da sempre il dialogo tra Matthew Modine ed il superiore circa il suo elmetto – ma non ricordo se sia nel secondo tempo.

    Ah, miglior commento.

  32. Kurdt

    Io sto aspettando che qualcuno citi Buñuel.

    credo di essere uno dei quattro stronzi che ha visto i suoi film.

    Oltretutto dopo aver visto tutta la sua filmografia ti danno un buono per un anno di psicoterapia.

  33. emix

    @Kurdt: a questo opunto mi domando chi siano i due stronzi mancanti.
    Quel buono te lo danno sulla fiducia o devi passare un esame? perchè l’ultima volta che ho visto Buñuel l’ho fatto per passare un esame.
    Quello delle urine. Avevo guidato dopo aver trangigiato funghi allucenogeni e vidi Buñuel.
    Mi disse: “Non riesco a capire l’ossessione che alcuni hanno per dare una spiegazione razionale a immagini spesso gratuite. La gente vuole sempre la spiegazione di tutto. È la conseguenza di secoli di educazione borghese. E per tutto quello per cui non trovano spiegazioni ricorrono in ultima istanza a Dio. Però, a cosa gli serve? Dopo dovranno spiegare Dio”.

    Da allora non ho più una patente.

  34. Kurdt

    @ Emix:Ti guardano in faccia e capiscono.

    La mia prima seduta dallo psicoterapeuta fu un lungo silenzio di 25 minuti,sparai due cazzate,altri 20 minuti di silenzio e gli allungai 70 euro.

    Ora che so che sei un malato di mente ti sento un pò più vicino,emix.

    Non a me,ma più vicino.

  35. Fail

    No no!!! non ho commenti costruttivi su questo post. Faina su che puoi fare certamente di meglio come hai dimostrato nei post precedenti!

  36. Gegio

    Sui nudi femminili ti devo smentire, almeno in parte: Scarlett non si è mai spogliata, e si è promessa che alla prima occasione buona lo farà.
    Invece su Kubrick ci sarebbe tanto da dire, ma, ad esempio, Shining, in particolare una scena, mi ha spaventato per anni. Poi ci vuole una rieducazione cinefila per poterlo apprezzare in pieno, tipo quella a cui è sottoposto il protagonista di Arancia Meccanica (XD).

  37. Pepilia

    … Tu mi ricordi Rorschah di Watchmen… Non retrocedere neanche di fronte all’Apocalisse.
    Probabilmente è il contrario. Forse sono solo appassionata di Alan Moore e lo vedo da tutte le parti.

    Bah. Non c’azzecca un cazoz col post, ma vabbè.

  38. Charles Gauche

    “Tra cento anni studieranno la cinematografia del ventesimo secolo e proclameranno che Kubrick e compagnia erano dei sopravvalutati del cazzo, e io uscirò dalla mia tomba e andrò a pisciare su quella del vecchio Stanley.”
    Se non hai abbastanza urina, ti posso aiutare, se vuoi…

  39. Luna

    Ebbene con questo ho letto tutti i tuoi post, e devo dire che i primi in confronto agli ultimi facevano letteralmente cagare!! E cazzo adoro tutto questo! Adoro leggere il contenuto di un blog che non sia fottutamente ripetitivo e senza il minimo accenno ad una crescita o un cambiamento! Adoro il fatto che quello che scrivi non è mai della stessa qualità o dello stesso livello! Fanculo io amo le tue parole!

  40. ienabellamy

    perchè non scrivi piu un cazzo faina ?

    porcoddio

    emix: le lettrici di faina sono cesse, quindi al massimo a Luna ci puoi pisciare in bocca (che non è male)

    asd

I commenti sono chiusi.