Alzi la mano chi non ha mai guidato da ubriaco

 

E’ facile dire che non si dovrebbe guidare da ubriachi

Io lo faccio ogni sabato sera.

Mmm… Anche il venerdì e la domenica, se è per questo.

 

Insomma, chi non ha un parente (o un conoscente, o un amico, o qualcos’altro) morto per un incidente stradale?

Io ho uno zio, ad esempio, e giro con gente che ha fratelli e cugini finiti contro un platano a ottanta all’ora.

 

 

Ho già avuto la mia bella dose di incidenti in auto. Sia che stessi guidando io, sia che stesse guidando qualcun altro.

L’ho sempre scampata.

 

Mi hanno già fermato un bel po’ di volte. Ma a quanto pare erano sbirri con seri problemi di vista se non si sono accorti di quant’ero bevuto. O forse più semplicemente era quasi mattina, erano stanchi, io loro turno finiva di lì a poco, e non avevano voglia di farmi soffiare nel palloncino.

 

E spesso e volentieri mi ritrovo a lamentarmi di quanto sia pericoloso guidare in simili condizioni di merda, quando la vista è annebbiata e gli occhi si chiudono da soli e il tuo personale concetto di velocità moderata è scomparso giù per il buco del cesso insieme alla pisciata fatta nei bagni della discoteca poco prima di partire per tornare a casa alle cinque di mattina.

 

<<Non mi va di rischiare la patente non mi va di rischiare di prendere sotto qualcuno non mi va di rischiare la vita di finire fuori strada di schiantarmi su un lampione di centrare una macchina che viene dalla direzione opposta non mi va non va bene non si fa IO STASERA NON BEVO non mi fumo neanche una canna NEANCHE UNA no e poi no stasera sto tranquillo dai>>

 

E invece poi un bicchiere tira l’altro, poi ti metti al volante, e da quel momento parte la roulette, uccidi qualcuno o no? muori stasera o no?, sei una pistola carica nelle mani di un bambino, e il bello è che non volevi che finisse così per l’ennesima volta, e ti riprometti che non succederà di nuovo.

 

(E dici “Beh, vado piano. Vado piano. Se vado piano non succede niente”)

 

 

Quella sensazione di panico misto a sollievo che ti assale quando passi oltre una pattuglia di carabinieri che hanno appena fermato qualcuno (potevi essere tu),

quella sensazione di calma e relax che ti pervade quando stai correndo a cento all’ora, con i tuoi amici che dormono (collassati) sul sedile dietro, e la strada buia e deserta davanti, da solo col rumore del motore che sale e delle ruote che pestano l’asfalto,

oh

oh ma quanto

oh ma quanto è bello guidare da ubriachi

arrivare così vicini a rischiare la vita

-ma non te ne rendi conto fino al giorno dopo-

e scamparla

scamparla ancora una volta

ancora per un sabato.

 

incidente_stradale.jpg
Alzi la mano chi non ha mai guidato da ubriacoultima modifica: 2010-05-24T20:08:21+00:00da eric-devor
Reposta per primo quest’articolo

28 pensieri su “Alzi la mano chi non ha mai guidato da ubriaco

  1. Lettore di sinistra

    Anche io ho guidato da ubriaco, nel senso di “oltre i limiti previsti dalla fucking legge”, ogni volta che torno a casa da una serata penso anche io “l’ho scampata”, ma nel senso di non essermi fatto beccare dai caramba.

    Faì non ti schiantare contro un platano, dobbiamo ancora leggere le tue stronzate.
    Per le fighe invece c’è sempre Freeones.

  2. Fail

    Il cazzo di problema non è non farsi beccare dai caramba, il problema è quando il guio è fatto capisci piano piano lentamente che hai ucciso una persona che magari non potrà più vedere i suoi figli, farsi una sega, cazzeggiare, bere e mettersi al volante… e non leggere faina!!!

  3. nessuno

    DLIN DLON !!

    La direzione informa i gentili lettori di “Faina Incazzosa” che gli astemi non leggono questo blog. (se si presentano vengono gentilmente invitati a bere o eventualmente allontanati con una pedata nei denti)

    N. 😉

  4. ragno

    grazie a dio (o chi per esso) vado pianissimo quando sono fatto/ubriaco (sabato sera ero una merda e andavo ai 90 in autostrada cantando ‘E’ la dura legge del gol’ degli 883).
    però quando vedo un cazzo di incidente per la strada mi si gela il sangue nelle vene e una bella bestemmia inonda il mio abitacolo…

  5. pippo

    Io sono sempre più dell’idea che le morti a causa dell’alcohol siano uno splendido esempio di selezione naturale.
    Voglio dire, la Natura da sempre risparmia coloro che in qualche modo è bene che garantiscano la preservazione della specie, e giustamente tronca tutti gli esseri inutili che per una ragione o per un’altra rappresentano una minaccia per la Terra.
    Ecco, gli stronzi ubriachi che si mettono alla guida sono proprio quegli esseri inutili. E’ bene che si vadano a schiantare, come è bene che un tossico muoia con la siringa in vena, o come è bene che una valletta troia muoia per una liposuzione o un’overdose di botulino.
    Come vedete, Madre Natura non sbaglia un colpo. 🙂

  6. la Volpe

    A me di quelli che si schiantano interessa relativamente, quel che mi preoccupa è che uno di quegli stronzi mi venga addosso.

    Poi è chiaro, tutti abbiamo amici che fanno cazzate, e sappiamo perfettamente che per la legge di Murphy la volta che la facciamo noi è quella che succede il patatrac.

  7. Emix

    “Io sono sempre più dell’idea che le morti a causa dell’alcohol siano uno splendido esempio di selezione naturale.
    Voglio dire, la Natura da sempre risparmia coloro che in qualche modo è bene che garantiscano la preservazione della specie(…)”

    Ah si? E cosa ci fa Borghezio ancora vivo? E Bondi che addirittura si sposa? Naaaa, cazzata.

  8. Sciuscia

    Sì, be’, è tutto vero. Bel post.

    Comunque, non guido più da ubriaco da diverso tempo, e con questo intendo “non mi metto più al volante in condizione di rischiare la vita, ma capita spesso che conduca la vettura con un tasso alcolemico al di sopra di quello previsto dalla legge, pur non essendo minimamente ubriaco”.
    E, ecco, la cosa che mi fa brutto è che non ho smesso di farlo per paura o per qualche altro motivo… semplicemente, bevo meno.

    E, sì, ho vari amici morti per incidente alcolico ed un cugino ed un amico cui hanno bruciato la patente ecc.

  9. omar bongo

    la fottuta verità è che è giusto non mettersi alla guida quando si ha bevuto. sarà l’età, sarà che mi è passata la voglia di rischiare, sarà che ti fanno un culo come una cesta se ti beccano ma si è drasticamente ridotto il numero di volte che ho preso la macchina in stato di alterazione.
    putroppo molti si sentono ancora di bere e guidare non solo perchè sono coglioni, e la selezione naturale fa bene ad eliminarli, ma anche perchè nella realtà di provincia è difficile trovare alternative (o un amico sobrio). le città scarseggiano di servizi di trasporto pubblico notturno, uscire in bicicletta è una roulette russa e aandando a piedi arrivi al barrino sotto casa. se poi vuoi andare fuori città a ballare non se ne parla nemmeno, o guida qualcuno o si resta tutti in piazza, con i bar che chiudono sempre + presto, la musica sempre + bassa e la frustrazione di non avere un cazzo da fare.

  10. Sciuscia

    A Praga esiste la “linea blu”, o uno di questi nomi così. In pratica è un taxi statale gratuito che ti riaccompagna a casa se hai bevuto troppo, comprensivo di servizio riporto auto tramite un secondo autista anch’egli offerto gentilmente.

    Ma, al di là dei costi, questo si può fare in paesi dove le campagne sono o spopolate o ferme al medioevo… Come lo cazzo lo realizzi nel paese con la più alta percentuale di residenti in piccola provincia dell’universo?

  11. Mesic

    Bè l’unica volta che mi sono messa alla guida e avevo bevuto(una cazzata tra l’altro un misero spritz) mi hanno fermato. Solitamente quando prendo la macchina io evito di bere o comunque bevo abbastanza presto per far sì che le ore sccessive smaltisca l’alcool. I miei amici quando devono guidare bevono ma non esageratamente, qualcosa di molto leggero di solito, qualche volta è successo che fossero sbronzi ma la strada da fare era al massimo di mezzo kilometro niente di che( le sbronze al classico pub del paese che costa poco e ti prendi gli shuttle di birra). Per ora ho un cugino morto per incidente, e se devo dirla tutta, è vero che per legge il tasso è bassissimo, ma concordo col fatto che bisogna avere un minimo di responsabilità quando si beve e ci si mette alla guida cazzo! Io voglio vivere e di certo non tollero che qualche fricchettone del cazzo che si è calato giù 8 long island per ubriacarsi come un coglione possa poi andare ad uccidere solo per il suo sballo personale. Parla una che non la buttavano giù 3 long island di fila ma ora come ora non bevo più! Quanto dice Sciuscia, c’è anche a Milano questo specie di pullman che ti porta e costa 1 euro, peccato che appunto fà solo Milano e non i 400 paesini del cazzo intorno ad essa!

  12. pippo

    Anche a Torino c’è la navetta notturna che tocca diversi punti “critici” (principali discoteche e locali).
    Il problema è che molti si sentono dei fighi della Madonna a bere come dei cammelli e poi a mettersi alla guida per far vedere agli amici quanto sono dei duri e quanto sono bravi come piloti sotto l’effetto dell’alcohol. Invece chi prende la navetta viene subito bollato come sfigato perchè mostra di non avere le palle di sfidare la sorte, la polizia e la vita.
    Io personalmente, quando esco (e devo guidare) bevo al massimo una birretta, perchè:
    1) non ho l’assoluto bisogno di sfondarmi per forza (mentre molte persone ne hanno *bisogno*, tant’è vero che l’alcohol è di fatto una droga)
    2) ho veramente paura di perdere la patente (non dico di andarmi a schiantare perchè bevo veramente il minimo, e quindi non sono *mai* alterato)
    Comunque dovremmo tutti imparare dai paesi del nord Europa: là si sa che bevono come delle spugne tutti i sacrosanti giorni ma, a turno, quando si esce quello che guida non beve *mai* niente. A turno cazzo, oggi tocca a te, domani tocca a me.
    Ci vuole tanto, porcaccio iddiò?!?!?!?

  13. Sciuscia

    Sì, ci vuole tanto, anche perché in tutti quei paesi l’alchol è off-limits PER DAVVERO (non come da noi, che lo è per legge) fino a certe età, quindi la voglia di sfondarsi monta.

  14. essere disgustoso*

    guidare ubriachi è bello ma è sbagliato: un po’ come fantasticare sulla cuginetta sedicenne e le sue monumentali tette. oppure come digitare “handicap sex” in cerca di video porno capaci di rinnovare il proprio bagaglio culturale.

    detto ciò, questo non ti dà il diritto di postare immagini di cameron diaz due volte consecutive.

  15. illi

    Essere il guidatore fisso del sabato sera per quel che mi riguarda ha alcuni vantaggi:
    1) Nasconde la mia tirchieria sotto la frase: io guido, quindi non bevo.
    2) Nasconde anche il fatto che, quando mi ubriaco, mi addormento, sempre sotto la frase: io guido, quindi non bevo.
    3) Se ogni tanto non hai soldi per uscire…gli amici aoffriranno volentieri e non rivorranno neanche i soldi indietro.

  16. casa editrice gigante

    sei diventato un sensibilone… cmq non credevo ci fossero così tanti astemi..
    io ho recentemente pisciato giù dalla finestra in un momento sbagliato.. e senza cintura di sicurezza..

  17. Lucerto

    Bell’argomento!
    Come al solito in italia si risolve il problema alla radice, ovvero dandone notizia sul tiggì, fregandosene totalmente dei reali effetti delle cose che si fanno.
    Piccole statistiche inutili:
    ——————————
    – Tra i miei amici e conoscenti più prossimi, il 90% (forse più) guida spesso con un t.a. superiore al consentito.
    – Tra i miei amici e conoscenti all’1% (forse meno) è stata sospesa la patente per il motivo di cui sopra (tra i quali la mia).
    – L’ultima % è sicuramente inferiore a quella (sempre tra i miei amici e conoscenti), di chi non c’è più o è rimasto gravemente ferito per via d’un incidente stradale per le cause di cui sopra.
    ——————
    Perchè dico tutto ciò?
    Perchè mi sembra evidente che la legge è applicata all’italiana. ovvero “colpirne uno per educarne 100” che come al solito lavora solo in funzione del tiggì.
    Il risultato che mi pare di vedere è che viene educato solo chi è stato colpito, ma posso riferire solo del mio caso, anche perchè è perfettamente inutile che racconti la mia storia e che raccomandi agli altri di non bere o non guidare, tanto finchè non ci sbattono il muso, non capiranno.
    Ritengo la legge in parte giusta… dico in parte perchè in molti casi, soprattutto in frangenti riguardanti il tempo libero, l’italia fa schifo per quanto riguarda il trasporto pubblico ed i taxi hanno dei prezzi da rapina, penso proprio che uno studente non possa permetterselo… ad esempio.
    Nel mio caso, non guido più per nessun motivo se bevo piu’ d’un bicchiere di birra, se so di dover guidare bevo acqua o al massimo qualche altra schifezza di analcolico, passo la mia bella serata del cazzo al rallentatore mentre tutti gli altri si sbronzano e parlano altre lingue, perchè notatelo, stare da completamente sobri alle feste è allucinante, sembra di stare in turchia (o comunque in un paese di cui non hai nessuna cognizione linguistica). Poi quando ne ho avuto abbastanza passo a raccattare amici e amiche e si va via.
    Sicuri, ci sono io alla guida (brutti pezzi demmerda schifosi), ora m’aspetta un’altra settimana di lavoro e al prossimo sabato ci sarà qualcuno meno sobrio di me alla guida, potessi prenderei un bus… o un taxi… o la metro… ma qui non c’è.
    Ciao.

I commenti sono chiusi.