Vaffanculo puttana, che tu possa morire soffrendo da sola e piangendo l’abbandono di tutti i tuoi falsi amici, mentre io ti guardo agonizzare e rido di te e vengo a pisciare sul tuo brutto muso da troia, ricordandoti tutti gli errori che hai commesso

Che tu fossi una troia lo sapevo, in effetti mi avevano avvertito del fatto che ti eri fatta mezzo mondo. Non ci avevo creduto, avevi un viso così carino e così dolce, come avrei potuto credere a una cazzata simile? O forse ci avevo creduto ma rifiutavo di pensare che fosse colpa tua. Magari lo fa per sfogarsi, magari ha problemi a casa, magari ha solo bisogno di maturare. Dio, ero così rincoglionito dal tuo bel visetto che avrei preso anche il fatto che fossi annoiata come una possibile scusante.

 

Avrei potuto guardarti in discoteca mentre te ne facevi una decina in fila e comunque avrei continuato a giustificarti: eri così carina, sembrava così innocente, come si poteva pensare male  di te? E non ero l’unico a pensarla così (e tuttora ne conosco molti che lo pensano), in fondo, nonostante facessi la puttana in giro, avevi sempre una schiera infinita di “amici” desiderosi di scoparti e di “amiche” che ti consideravano una troia, ma una troia attira-ragazzi, per cui eri loro molto utile: i tuoi scarti andavano sempre a loro.

 

L’opinione generale era che fossi una troia, eppure eri piena di amici e amiche, venivi sempre invitata alle feste, avei un’abilità innata a fare la smorfiosa con tutti, per te risultare bella e simpatica era una ragione di vita. Eppure, oh, nessuno che riuscisse a pensare male di te. Quel tuo sorriso, quei tuoi occhi dolci! Un solo sguardo e spariva qualsiasi pensiero negativo su di te. E probabilmente sarà così per sempre, maledetta stronza del cazzo. Proprio vero che non c’è giustizia al mondo.

 

Poi, si sa, avevo creduto che fossi cambiata. D’un tratto eri un’altra persona: buona, premurosa, romantica, dolce, fedele. Uno zuccherino. Troppo facile pensare che sotto sotto tu fossi sempre stata così, come una rosa in attesa di sbocciare, troppo bello pensare che fosse bastato il mio arrivo per “tirar fuori quel meraviglioso lato di te” nascosto sotto la patina di troiaggine e opportunismo che sfoderavi da quando avevi finito la terza media. Oh sì, che bello che bello, arriva il principe azzurro e di colpo la bella puttana addormentata si risveglia e diventa la regina delle fidanzate romantiche, uh uh, che magia, viva gli unicorni e gli arcobaleni.

 

E un giorno, ops, succede qualcosa e il tuo atteggiamento cambia: la tentazione era troppo forte, eh? Non hai saputo resistere e, naturalmente, poi non hai avuto le palle di ammettere le tue colpe. Meglio vivere nel dubbio e nel rimorso, giusto? Tipico atteggiamento da femmina di merda. Puttana. Mesi e mesi sempre con quel tarlo che ti scavava nella testa fino a che, ovviamente, la colpa è diventata mia: ero io quello troppo geloso, ero io quello che ti avevo tolto la libertà, ero io quello sbagliato. Tu eri solo una povera pecorella oppressa dalle mie “regole”. Io ero quello che ti aveva fatto perdere tutte le tue “amicizie” (e dove cazzo erano finite le tue amicizie in questi anni? Perché non ti hanno cercata? Si erano nascosti tutti, eh? Eh? Rispondi, troia), io ero quello che ti faceva stare male. Io. il fatto che fossi tu quella con i sentimenti cambiati non c’entrava. Eh no, molto più comodo dare la colpa a me: così evitavi i sensi di colpa la notte, giusto? Era più facile addormentarsi quando la colpa non era più la tua.

 

E io naturalmente ad assecondarti, a darmi la colpa, a promettere di cambiare. A subire, a venir meno ai miei principi, pensando che una ragazza con quel bel faccino dolce e innocente non poteva non aver ragione. Impossibile ferire una creatura così dolce!

 

Poi va beh, ovviamente non è più funzionato un cazzo. Oltre un certo punto non si può più rimediare, inutile raccontarsi favole, non arriverà nessuna fatina con la bacchetta a mettere a posto i problemi… o a cancellare i ricordi e la gelosia, se è per questo. Il meglio che si può fare quando finisce male tra due persone (ma esistono storie che finiscono bene?) è lasciar perdere tutto, non girarsi mai indietro… e rendersi conto che se ti vengono a dire che una ragazza è una troia, vuol dire che è davvero una troia.

E non sarai certo tu a farla cambiare, povero stronzo. Una troia, come un diamante, è per sempre.

 

 

Luca Dorella, 20 maggio 2009

 

(Tratto da “Cose da dire prima di un suicidio”)

 

 

Vaffanculo puttana, che tu possa morire soffrendo da sola e piangendo l’abbandono di tutti i tuoi falsi amici, mentre io ti guardo agonizzare e rido di te e vengo a pisciare sul tuo brutto muso da troia, ricordandoti tutti gli errori che hai commessoultima modifica: 2009-05-20T13:17:00+00:00da eric-devor
Reposta per primo quest’articolo

34 pensieri su “Vaffanculo puttana, che tu possa morire soffrendo da sola e piangendo l’abbandono di tutti i tuoi falsi amici, mentre io ti guardo agonizzare e rido di te e vengo a pisciare sul tuo brutto muso da troia, ricordandoti tutti gli errori che hai commesso

  1. ienabellamy

    Faina…ti giuro..io non so chi cazzo sia sto luca dorella, forse sei tu o porcodio non lo so.

    Ti dico solo che tempo fa, scrissi una cosa così. Mi hai fatto rivevere ogni punto, ogni frase. A momenti pensavo quasi che me le avessi copiate da quanto fossero dannatamente simili. Poi però mi accorgo di non aver mai messo online quel testo.

    Cosa dirti ? Più ti incazzi e più ti disperi e più capisci di non riuscire ad odiare nè ad allontanare chi purtroppo hai amato.

    Sappi solo che la rabbia è più utile della disperazione. Non hai idea di quello che puoi fare con quel mucchio di rabbia che hai dentro. Usala in maniera costruttiva.

    ciao bel

  2. newearth

    quelle col faccino dolce sono sempre le peggiori…

    ps: a proposito di Luca Dorella non è che devo iniziare a preoccuparmi che stai pensando a un suicidio?

  3. Marco

    Concordo con ogni pezzo di quello che hai postato. A volte, le relazioni sono come camminare sul filo del rasoio. Il problema sta che magari tu hai tanto equilibro e vai avanti, ma poi una troia brucia il filo e con esso pure te…o salti nel vuoto…uhm…penso proprio che salterei..

  4. ViewtifulMax

    Mi hai colpito.
    Ce l’hai fatta ancora, dopo il pezzo di San Valentino, mi hai colpito ancora.
    Hai un dono, ragazzo, mi hai fatto rivivere sensazioni ed emozioni che credevo di aver seppellito.
    Concordo con gli altri, specie con ienabellamy.

  5. ienabellamy

    E aggiungo un’altra cosa. Non so se sia peggio scoprire di avere accanto una troia o una persona che semplicemente non ti ama più.

    Con la troia ti fai forza. Ti ripeti che fa schifo, ti fai forza grazie al disgusto che ti fa.
    Con una persona che ti ha sempre fatto felice e ti ha sempre dimostrato eterno amore..svegliarsi accanto a lei e dirle: “buongiorno amore…preparo il caffè?” e sentirsi rispondere: “ascolta..penso di non essere più innamorata di te” …beh è un tuffo al cuore.

    E forse questo è ancora più difficile che avere accanto una troia.

    Proprio perchè non le puoi dire niente e puoi solo accettare la sua scelta.

    L’amore è proprio un cazzo in culo. E chissà perchè ci soffrono sempre di più gli uomini. Non è una società maschilista..tutt’altro.
    Anche perchè immaginate un uomo carino, secondo voi, quante possibilità ha di trovare una donna mediamente carina, rispetto alle possibilità che una donna carina ha di trovare un uomo ? Basta che la donna si vesta un pò bene, abbia un culo discreto ed ecco che le offerte arrivano come coriandoli. Le donne sotto quel punto di vista sono molto più avantaggiate di noi.

  6. faina

    Ringraziate Luca Dorella ragazzi, è lui che ha scritto questa roba. E se pensate che Luca Dorella è un personaggio fittizio che ho creato unendo nome e cognome di due miei amici, capirete subito che dovete ringraziare me. haha.

    Le donne, a mio parere, hanno TUTTE un pizzico di troiaggine dentro. L’unica cura è tirare dritto, tenendo la “mente” occupata: tutte quelle belle minorenni vogliose serviranno pure a qualcosa, no?

  7. Bloggher

    “Una troia, come un diamante, è per sempre.”

    non me ne frega un cazzo di quello che hai scritto prima. in fondo non ne fregherebbe nulla nemmeno a te leggendolo da qualcun altro.

    ma devo ammettere …. che QUELLA frase, è alquanto Esplico-Riassuntiva .

    è S P E T T A C O L A R E

    ora ti saluto, vado a cercarmi un paio di diamanti in giro per divertirmi un po questa sera

  8. enomis975

    @ienabellamy: come non darti ragione…ma io aggiungerei che devono avere anche 1 pò di tette…una donna senza tette è un pò come una casa senza porte…

  9. ienabellamy

    @enomis975: sono d’accordo, anche se stai parlando con un’estimatore del culo. Per me una donna può avere un cesso di faccia e zero di tette, ma se ha un bel culo…addobbato con un perizomino di intimissimi, merita sicuramente la mia attenzione, asd.

  10. Max

    Cazzo non sembra quasi vero, ma pare proprio che si parli della mia ex
    sarà che sono tutte troie di merda ma…qui si parla di Da G. magari stiamo tutti parlando della stessa persona?
    Comunque mi ritengo più sottile di voi nel dire…SPERO SOLO CHE MUOIA!

  11. Robertino Bad Children

    Tu pensa sempre che alla fine è solo lei che ci rimette,sono tutte troie le donne, devi solo non farti ingannare dal bel faccino,che poi magari di corpo è un cesso pubblico,unica regola:non cagarle!non te ne deve sbattere niente!e farle credere il contrario,devi essere un figlio di puttana,devi avere la faccia tosta,come è capitato da poco a me,la troietta mi ha lasciato con la scusa che io volevo solo scoparla mentre io ho fatto il buono(coglione) per una volta(colpa del faccino da sborrata)…ah si!!?…la mia ex si era già fatta viva all’inizio della storia,che a fisico neanche da paragonare,eee…. giù di brutto!!…per poi dirglielo in faccia con la scusa che dovevo parlarle,lei incazzatissima!così alla fine l’unica che l’ha presa nel culo è solamente lei…

    p.s.:L’unica cosa che rimpiango sai qual’è?
    Di non essere andato con tutte e due nello stesso periodo.

    by Bad Children

  12. Akuzo

    Jenabellamy: “E aggiungo un’altra cosa. Non so se sia peggio scoprire di avere accanto una troia o una persona che semplicemente non ti ama più.”

    Porco dio, quanto è vero…

  13. elisabetta

    io di puttane e di rabbia ho una certa esperienza purtroppo.. secondo me una troia è peggio di una persona che non ti ama perchè una troia che tradisce non ha rispetto, mentre chi non ti ama più forse soffre anche per questo. lo stesso vale per i maschi, che di norma non sono detti troie ma tradiscono altrettanto allegramente.
    ma la rabbia che ne deriva può essere devastante e può anche rovinarti la vita, come è successo a me. nel mio caso è stata l’impotenza di farla pagare a una troia bastarda che si è intromessa nella mia vita senza scrupoli per arrivismo ed egoismo, e soprattutto il fatto che l’uomo che credevo il più grande amore della storia non mi ha protetta nè difesa, anzi l’ha aiutata a farmi del male. così l’amore dentro di me è morto, ma la rabbia resta…. speriamo che il tempo faccia qualche miracolo………:) ciao a tutti!!

  14. donna_arcama

    porcoddio de le troie e dei maschi che se le scopano! siete stronzi pure quando soffrite! che quando avete trovato una ragazza che magari ha la sfortuna di essere quella che viene dopo di lei…deve scontare tutte le colpe della suddetta troia! ma che cazzo di senso ha vivere nel ricordo porcamadonna?!!? intanto la fate innamorare e le dite che la amate e invece è solo un ripiego! ma andate affanculo!!! merde!

  15. fsteq

    ci sono cascato anke io. pero serve per imparare, potrei vendikarmi, ma non lo faccio perke? non lo so bene, forse perke voglio kiudere e non pensarla più.
    quello ke si semina quello si raccoglie..

  16. Roberto

    Che dire rivivo ogni momento di questa storia. A me è capitato una faccenda molto simile. Se una è data per troia molto molto spesso lo è, il problema è che lo capiamo sempre quando è troppo tardi, tendiamo a giustificare ogni cosa. La fiducia meglio non darla al diavolo, meglio scoparlo e basta il diavolo. Dopo che finì malissimo le spedii un messaggio circa così: “Sei solo una cagna. La tua vita sarà la tua condanna e vivrai per sempre infelice come tua madre”.
    Lei aveva l’incubo mai ammesso di finire come la madre (anche lei gran casinista di vita), si rivedeva molto in lei; assaporai con intensita diabolica il sapore della ferita che certamente le provocai nell’animo quando lesse il messaggio.

  17. Porco.Dio

    Cazzo, io ho vissuto 23 anni con una donna che credevo la più perfetta e integerrima del mondo per poi scoprire che dopo tre figli e 23 anni(ripeto 23 anni) a 43 anni mi ha detto, sai non ti ho mai amato, perchè mi hai soffocato, mi hai tolto la libertà.

    Ma, porcodio, e allora tutti quelli che ti hanno scopato brutta troia come cazzo hanno fatto se io ti tenevo prigioniera nelle segrete di quella cazzo di casa dove vivevamo. Mi diceva: sai io ho tanti amici che mi vogliono bene (si alla tua figa!!), poi questi amici dopo un pò di tempo diventavo in ordine: testa di cazzo, coglione, faccia di merda,figlio di puttana, deficiente,cretino perchè si accorgevano che eri una troia e come tale ti usavano e tu ti incazzavi. Ora ti fai scopare da un meraviglioso uomo che ha capito quanto sei brava a fare pompini, ma anche lui tra poco finirà per essere un testa di cazzo figlio di puttana, spero solo che ti tratti come ti trattava il tuo ex che aveva capito tutto subito…a cazzotti in faccia, brutta troia. E’ proprio vero, più ti dai fare, più pensi solo al lavoro, più ti fai il culo e più sei un coglione,tutto per soddisfare le seingenze di una troia!!!!! Ah, dimenticavo, i nostri figli (3) mi hanno detto: con lei!!!??? nemmeno morti!!!!!!!

    Comunque quoto Giovanni “Rabbia e insulti non servono a nulla… la vita è molto più calma e raffinata: ci penserà lei.”

  18. latroia

    Con tutta questa rabbia si potrebbe ricavare dell’energia elettrica, ci deve pure essere un modo… Dai, su…la vostra è tutta invìdia, sognate tutti di rinascere donne e darla via a tutti, non è cosi? Sarà per la prossima volta e avrete pure voi il diritto al titolo di “troia”. Esprimete il desiderio con l’ultimo respiro:XD

  19. TooDarkPark

    A latroia: ne riparleremo quando sarai stata tradita ed abbandonata da una o + “troie” al maschile (sempre che tu sia una lei); e fidati, la persona egoista (uomo o donna che sia) che usa e tradisce quelli che le vogliono bene prima o poi raccoglie quello che ha seminato.
    E se pensi che di una persona del genere bisogna esserne invidiosi, sei talmente penosa/o che è il resto del mondo che ti inviterà presto o tardi ad esalare il tuo ultimo inutile respiro ciao sfiggy

  20. latroia

    @ TooDarkPark: rispetto assolutamente i sentimenti altrui, è il fatto di mètterla in tale modo: “la troia”-una da mancare di rispetto e “lo troio”- il superfigo da invidiare e lodare, che lo trovo privo di logica. Spero di èssermi spiegata.

I commenti sono chiusi.