Festival di Sanremo, ovvero: Perchè la musica italiana ha perso la dignità.

La__bavosa__di_Luca_Laurenti_1.jpg
Hai pagato il canone, stronzo?
Ecco chi conduce il festival di Sanremo.

 

Il festival di Sanremo. Cosa dire?

Beh, per esempio, che Laurenti starà guadagnando sul mezzo milione di euro, grazie alla sua innata capacità di assumere espressioni da idiota e di possedere una voce stridula alquanto ridicola che scatena ilarità nel pubblico.

Se quest’anno hai pagato il canone, sappi che ti odio. Laurenti sta prendendo più soldi di quanti ne potrai mai guadagnare tu in una vita, e lo stai pagando con il tuo stipendio! Gli hai regalato un centinaio di euro per vederlo strabuzzare gli occhi quando passa una gnocca e per sentirlo battibeccare con Bonolis recitando la parte del finto idiota!

Non che Bonolis sia meglio. Per carità, un bravo conduttore, ma per il resto è una testa di cazzo, un pomposo ruffiano paraculo.

Ieri sera uno degli ospiti d’onore era Kevin Spacey. Mio dio, Bonolis l’ha intervistato: mi sono venuti i brividi sul cazzo. Mai vista una cosa così patetica, superflua, costruita.

Non nego che lo show funziona così, di certo non pretendevo chissà che intervista seria, ma sentire Bonolis che pone domande in un misto di romanesco e di inglese stentato mi ha provocato un ascesso al cervello. Perché, perché prendere un attore bravissimo pluripremiato e sbatterlo su un palco solo per fargli fare la scimmietta ammaestrata? Noi italiani dobbiamo sempre farci riconoscere: patetici, facciamo le cose alla cazzo di cane, badiamo più alla forma che alla sostanza.

E’ stato incredibile veder Bonolis recitare la parte del vecchio amicone con Spacey, mentre leggeva i nomi dei film che gli hanno fatto vincere l’Oscar con la faccia di uno che non li aveva mai visti in vita sua. E Spacey annuiva, sorrideva, si vedeva che non capiva nemmeno la metà di quel cazzo che stava farneticando l’idiota con gli occhiali davanti a lui.

Ma passiamo ai cantanti, no?

Al Bano, Felicità è un bicchiere di vino con un panino. Dolcenera, la tizia che viene ricordata più per il fatto che si mette due chili di matita nera attorno agli occhi che per la sua abilità canora. Patty Pravo, ancora avvolta nelle bende funerarie egizie. (Vi sta venendo un leggero senso di nausea?)

Marco Carta. CHII??? Un tizio che ha vinto Amici di Maria De Filippi. Afferrato il concetto? Un giovane fighetto che grazie al suo aspetto da bravo ragazzo ha ottenuto abbastanza voti da casa da ragazzine decerebrate che gli hanno permesso di vincere un fastidioso programma tv il quale gli ha “spalancato” le “porte del successo” permettendogli di poter cantare la sua misera canzoncina stereotipata a Sanremo, intitolata “La forza mia”, che parla, indovinate un po’, d’amore. Uao.

Pupo, Pupo, capite? Pupo, lo stronzo del gioco dei pacchi. Iva Zanicchi, il prezzo è giusto, quarant’anni per gamba. Tricarico, il maestro delle canzoni prive di senso ma orecchiabili, e tanto basta per farlo diventare famoso. I Gemelli Diversi, Cristo Iddio, i Gemelli Diversi, che Dio mi fulmini e incenerisca le mie fottute orecchie!

Questi sarebbero alcuni dei grandi nomi della musica italiana? Preferisco ascoltare mio cugino di tre anni che picchia sul muro con un mestolo per qualche ora.

Il festival di Sanremo è il funerale della musica italiana.

Prendiamo, ad esempio, alcuni significativi dati anagrafici dei cantanti in gara.

Fausto Leali, classe 1944.

Iva Zanicchi, classe 1941.

Al Bano, classe 1943.

Patty Pravo, classe 1948.

Sento puzza di muffa.

Si può anche notare che quattro dei sedici brano in gara hanno l’amore insito nel titolo: “L’amore è sempre amore” di Al Bano, “Il mio amore unico” di Dolcenera, “Non riesco a farti innamorare” di Sal Da Vinci, “Ti voglio senza amore” di Iva Zanicchi. Uao, uao, uao. Siamo un popolo di romanticoni noiosi.

Che pena. Davvero, davvero penoso. Un circo dalla durata spropositata dove ci si ficca di tutto e di più, nella vana speranza di dare un tono di classe all’intera faccenda. Una sfilata di canzoni insulse, noiose, già viste, e di cantanti e “celebrità” della musica che andavano di moda trent’anni fa e che ora vivono di rendita, sfruttando fino al midollo il successo che garantisce il loro prestigioso nome.

Ci fosse almeno una valletta figa.

 

Festival di Sanremo, ovvero: Perchè la musica italiana ha perso la dignità.ultima modifica: 2009-02-20T14:37:00+00:00da eric-devor
Reposta per primo quest’articolo

23 pensieri su “Festival di Sanremo, ovvero: Perchè la musica italiana ha perso la dignità.

  1. Le Favà

    Il fatto che tu guarda Sanremo mi preoccupa. E mi preoccupa che tu abbia fatto un articolo con cognizione di causa.

    E mi sorprende pure che ci sono 12 milioni di persone che nello stesso momento vede una sfilza di puttanate.

  2. verme

    finalmente ho trovato il post che cercavo: allora non sono l’unico ad aver notato un certo tremore in bonolis durante la sua intervista al grande Spacey. Uno dei più pagati presentatori italiani che piglia un milione di euro per fare sanremo e non si sbatte neanche per fare un minimo di corso d’inglese. Ero imbarazzato io per lui, e cmq non l’ho mai visto sudare come in quei cinque minuti in cui faceva domande idiote a un divo di hollywood senza capire un acca delle sue risposte. O ne aveva pippata tanta o era visibilmente in imbarazzo. Bonolis vergognati, vuoi fare il grande conduttore ma vai subito nel panico nel gestire un intervista in inglese. Torna a fare la sai l’ultima. Che almeno puoi condurre in romanesco.

  3. sytry82

    Si sono concentrati sul contorno, sulla cornicie … contenuti: 0.

    Cercare di restaurare il festival è come pretendere che una volta l’anno si torni a indossare i mutandoni della nonna o i jeans fino a pancia … siamo nel 2009 … bisogna andare oltre.

    Saluti,
    Giovanni.

  4. sytry82

    Hanno pensato ad abbellire la cornicie ma i contenuti non ci sono. E’ inutile … non si può pretendere di riportare in vita un mammut … siamo nel 2009 … chi se ne fotte di San Remo?

  5. Goedel

    Parlare male di Sanremo è demodè da almeno 30 anni.
    Perchè vi ostinate a sparare sulla croce rossa?

    E comunque il disgraziato che ha messo il suo 50% dei propri geni dentro l’ovulo della madre di DJ Francesco è quel tizio dei Pooh… Se fosse davvero stato figlio di Pupo, vista la differenza d’altezza clamorosa avrei avuto qualche dubbio sulla reale paternità 🙂

  6. pat

    cavoli, che leggerezza!
    ma come si fa a sprecare tutta questa forza negativa per un evento canterino?
    Meglio riservare la propria indignazione per ciò che lo merita sul serio….e ce ne sarebbero di eventi per cui vale la pena abbattersi, ma sanremo non mi pare uno di questi.
    mettersi a frignare perchè a differenza di laurenti non guadagnerai un milione di euro mi fa accapponare.
    post scontatissimo, per niente originale.

  7. sgradevole

    ha ragione pat. perché prendersela con un evento che in fin dei conti fa conoscere al mondo la cultura e la canzone italiana nell’ambito

    no non ce la faccio. si sanremo è una merda e si fottano tutti, presentatori compresi.

  8. Red Skull

    Ragazzi! Perché tutti così aggressivi!!! Pensiamo ai benefici che Sanremo offre al popolo italiano!!!! Per esempio……………..ehm…………….beh, se prendiamo in considerazione…………….mmm…………..*ehm ehm*…………………..dai c’è sempre…………………….

    OH AL DIAVOLO!!! Sanremo dimostra solo che in italia non si fa altro che lasciare quattro vecchi rincoglioniti rumoreggiare (e non cantare, perché quello è difficilmente considerabile “canto”) su l’amore svenevole e la struggente sofferenza che affligge i nostri poveri teneri cuoricini!!!! E non pensate che i “meno vecchi” facciano diversamente…Marco Carta…che vergogna…a sto punto piazziamoci pure Tiziano Ferro e veramente mi butto dal 37° piano di un grattacielo!!! La verità è che pochissimi sono i cantanti italiani che si salvano dalla catastrofe amorosa…che so…CapaRezza è uno che almeno parla di molte cose, non d’amore e sofferenza!! Diciamo che fa un pò quello che Faina fa nel suo blog…(tra poco ti ruberà il lavoro Faina XD)

    Quindi vorrei terminare con una preghierina…non sono un “religioso praticante” ma…se sei lassù…ti prego…salvaci da Sanremo, SUPERMAN!!!!!!!!

  9. Faina

    @ pat: è vero, post scontato, ma l’espressione “brividi sul cazzo” mi da diritto a 10 punti in più

    @ roberto: cazzo è vero, correggo subito

    @ coq: 😀

    @ silvio: la gialappa commenta il festival???

    @ Red Skull: Tiziano Ferro aveva già partecipato al Festival.. può essere o me lo sono sognato?

    @ sgradevole: amen

    @ sytry82: d’accordo. (trova un nick più semplice, ho sbagliato a scriverlo 3 volte)

    @ verme: esatto.

    @ Goedel: lo so che è fuori moda, ma non avevo uno straccio di idea. e poi mi è stato suggerito.

    @ Giuseppe: a proposito, Toto Cutugno è ancora vivo?

  10. Red Skull

    mizzeca, non sapevo che tiziano arrugginito fosse stato a sanremo, visto che per mia grande fortuna non me lo sono mai visto XD Comunque devo cominciare a sentirmi piu spesso radiodue….mmm….

  11. coldismyheart

    ehm… è c’è qualcosa da commentare?? mi chiedo… ma questo è un insulto alla musica e alla cultura in generale… echi vince poi… carta igienica. direi solo tiriamo un bel sciaquone… o lasciamoli sguazzare nella cacca…

  12. coldismyheart

    è c’è ancora qualcosa da commentare? mi pare che questo sia ennesimo insulto alla musica, e a cultura in generale, per non dire un offesa alla intelligenza. chi vince? carta igienica… ma tiriamo un bel sciaquone o lasciamoli pure a sguazzare nella cacca… spero di riuscire a questo giro postre questo commento…

  13. la Volpe

    Post scontato? Può darsi, ma preferisco sentirlo offendere Bonolis che discettare su uomini e donne con piglio da quattordicenne da seconda strofa di “Teorema” di Marco Ferradini.

    Per il resto, sono atterrito da “cornicie” (si scrive CORNICE) e da “mi sorprende che ci sono” (si scrive “mi sorprende che ci siano”).

    Anche per oggi ho rotto i coglioni.
    ^^

  14. mela_marcia

    A dire il vero Paolo Bonolis l’inglese lo sa benissimo, dal momento che ha una ex moglie americana ed i suoi due figli nati da questo matrimonio risiedono ancora in America!
    Ciò rende ancora più penoso il suo teatrino…

  15. Gelo

    Faina sei un idiota, hai scritto una marea di cazzate che fanno ridere troppo. Un’ottima analisi nel complesso. Mi aspettavo un commento sulla vincitrice delle nuove proposte!

I commenti sono chiusi.