Cinepanettone? No grazie, preferisco usare le lamette.

 

Nelle sale ci sta Natale a Rio, il nuovo film natalizio con Christian De Sica.

(Per coloro i quali avessero smesso di seguire questi scempi della cinematografia, ricordo che Massimo Boldi non lavora più in coppia con De Sica da qualche anno. Quindi Dio esiste, più o meno.)

Anche quest’anno quindi potremo gustarci un’esilarante sfilza di spassosissime scene talmente divertenti che Totò in persona è uscito dalla tomba per complimentarsi con il regista, Neri Parenti. O per sputargli in faccia, non ricordo.

Comunque sia, vorrei riepilogare in una bella lista tutti i film che fanno parte di questa briosa saga del cinepanettone.

(Cinepanettone. Un termine che mi fa rabbrividire solo al pensiero. Brrr. Angosciante. Un po’ come cancro. “Le restano solo sei mesi di vita. Mi dispiace.” “Cos’è? Mi dica la verità!” “Un brutto caso di cinepanettone.” “Cazzo, no!”)

Stavo dicendo, ecco la lista di tutti i film usciti dal 1983 a oggi:

Vacanze di Natale … (inserire anno a scelta)

Natale a … (inserire località geografica a scelta)

Incredibile, vero? Non c’è che dire, il cinema italiano gode ancora di ottima salute. Se si esclude che è morto.

Ma cos’è che rende questa celeberrima saga così appassionante da poter continuare ad avere un tale successo nel tempo? Analizziamo assieme i fattori importanti:

– La totale ignoranza in campo cinematografico della maggior parte popolo italiano.

– La straordinaria capacità recitativa di De Sica, che si può riassumere facilmente in poche parole: “Aò! Li mortacci tua!”

– La presenza costante di femmine con un seno prosperoso e con un curriculum d’attrice risibile le quali, guarda caso, interpretano sempre: 1) mignotte; 2) mogli di De Sica; 3) adultere; 4) ragazzine arrapate.

– La sapiente regia di Neri Parenti (o dei fratelli Vanzina, è uguale) che alterna sofisticati primi piani di grosse tette con altrettanto sofisticate inquadrature fisse di due stronzi che fanno smorfie e parlano in romanesco. E poi di nuovo un zoom sulle tette. Poi ancora stronzi che fanno smorfie. E così via per due ore, ecco fatto il film.

– L’uso frequente, in ogni “episodio” della “saga”, di qualche attore/attrice/canzone di moda durante l’anno, così da poter garantire il consenso di buona parte del popolo beota che sorride innocente di fronte al proprio eroe del momento, rimanendo estasiato dinnanzi ad un simile avvenimento che ai suoi occhi appare quasi miracoloso.

“Ehi, guarda, c’è Michelle Hunziker! Uaooo!”

“Bella zio!”

“Ehi, guarda, quella è Aida Yespica! Uaooo!”

“Guarda che tette che tiene, madò che roba!”

“Ehi, guarda, quello è il Nongio, il veejay di Mtv! Uaooo!”

“E’ troppo forte e simpatico e anche se fa finta di essere uno sfigato e indossa sempre le Converse di colori fosforescenti e i cappellini strani secondo me non lo è affatto, è uno giusto lui!”

“Ehi, guarda, ci sono i Fichi d’India! Uaooo!”

“Bella zio, mi fanno troppo ridere, guarda che facce da fuori di testa che hanno, grasse risate in arrivo!”

“Ehi, ascolta, questa è la canzoncina house commerciale che andava tanto di moda quest’estate quand’ero in ferie e che ascoltavo sempre tutte le volte che andavo in discoteca coi miei amici per cuccare le ragazze che poi non me la davano mai però è stata lo stesso una bella vacanza”

“Sì sì, è proprio lei! La riconosco perché la base è ripetitiva in una maniera assurda e c’è una negra/o che canta con la voce grassa da negra/o perpetuando lo stereotipo della donna/uomo di colore con il timbro vocale sguaiato che rassomiglia a quello di una scimmia urlatrice.”

“Sto film è una figata.”

“Bella zio!”

Vi lascio con la terrificante domanda che ora tutti vi starete ponendo:

Come si intitolerà il cinepanettone dell’anno prossimo? (Brrr.)

Ma anche:

Che cazzo vuol dire “bella zio”?

 

locandina.jpg
Cristo Iddio!

 

 

 

Cinepanettone? No grazie, preferisco usare le lamette.ultima modifica: 2008-12-22T20:16:00+00:00da eric-devor
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Cinepanettone? No grazie, preferisco usare le lamette.

  1. Izumi

    Bella Zio è un intercalare romano…
    Bella è come dire “ciao”
    Zio è un appellativo per “amico”,è il “dude” inglese…:D

I commenti sono chiusi.